martedì, 26 Gennaio, 2021
Società

Pordenone: il giornalista Giuseppe Ragogna minacciato sui social

Sponsor

Awelco

Giuseppe Ragogna, giornalista ed ex direttore del quotidiano il “Messaggero Veneto” è stato vittima di messaggi offensivi nei social. In un post, da lui scritto, ha accostato l’irruzione al congresso americano all’irruzione di un gruppo di sostenitori di Casapound in consiglio regionale. Tra i commenti anche uno molto offensivo rivolto alla sua persona.

“La violenza verbale e fisica è inammissibile e non è mai uno strumento di democrazia. A chiunque essa si rivolga, indipendentemente dal pensiero di ciascuno di noi, la violenza non colpisce soltanto la persona a cui è indirizzata, ma è una minaccia verso tutti coloro che credono nel rapporto civile – affema il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in merito alle offese e minacce di morte rivolte al giornalista friulano Giuseppe Ragogna, apparse oggi sui social network – “Il dibattito e la discussione, a volte anche accesi, possono essere compresi e sono il sale della democrazia. Ma la divergenza di opinioni non può e non deve mai, nemmeno lontanamente, sfociare in violenza, fisica o verbale che sia – sottolinea Zaia -. Lo ripeto, non c’è nessuna giustificazione per l’atteggiamento di certi leoni da tastiera. Certo di interpretare il pensiero di tutti i Veneti per bene rivolgo, quindi, tutta la mia solidarietà a Ragogna. Questi episodi vanno condannati perché non fanno altro che alimentare aggressività, in un momento dove tutti noi dovremmo fermarci a riflettere su quali sono le vere priorità”. Giuseppe Ragogna è anche autore di libri di storia locale, tra questi “Un soffio di umanità”, “Il futuro e bambino”.

 

.

Articoli correlati

Fvg: a ottobre Giornate Cinema Muto in versione online

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni