giovedì, 29 Febbraio, 2024
Esteri

Scarafaggi in sala operatoria, si dimette l’amministratore delegato dell’ospedale Hca in Florida

L’amministratore delegato dell’Hca ‘Florida Bayonet Point’, l’ospedale di Hudson, in Florida, definito dai medici “pericoloso e impuro”, ha lasciato il suo incarico durato meno di quattro anni. Regina Temple ha motivato la scelta affermando di voler perseguire altre opportunità al di fuori della struttura. L’uscita della Temple è apparsa improvvisa, poiché, fino a metà luglio, era impegnata in iniziative a lungo termine in ospedale. Al momento è stata sostituita da un amministratore delegato ad interim. La Hca Healthcare è la più grande catena ospedaliera della nazione, con oltre 180 ospedali negli Stati Uniti e nel Regno Unito. L’azienda è altamente redditizia, ma è stata criticata da alcuni medici e infermieri per pratiche che metterebbero i profitti davanti ai pazienti. Ventisette medici in sedici di queste strutture hanno affermato che i loro funzionari spingevano i medici a ricoverare i pazienti in hospice, riducendo i tassi di mortalità in ospedale. Una misura di qualità, questa, attentamente monitorata che libererebbe il letto del paziente più rapidamente, generando potenzialmente maggiori entrate.

La difesa del portavoce

“Suggerire che l’assistenza medica negli ospedali Hca Healthcare si basi su qualcosa di diverso dal giudizio medico indipendente di un medico – ha dichiarato il portavoce – e su ciò che è nel migliore interesse del paziente, bene, tutto questo è falso e sbagliato”. In un rapporto sul ‘Bayonet Point’, quattro medici hanno affermato che la leadership dell’ospedale stava mettendo in pericolo i pazienti concentrandosi sulla riduzione dei costi per generare profitti e bonus. I medici hanno affermato di aver dovuto fare i conti con strumenti chirurgici antigienici, un monitoraggio inadeguato dei pazienti in terapia intensiva e un pronto soccorso traboccante. Dopo che l’amministrazione ha sostituito i professionisti anestesisti di lunga data dell’ospedale con personale giornaliero, hanno iniziato a verificarsi errori, incluso il risveglio di un paziente svegliatosi durante l’intervento chirurgico. Le foto di ‘Bayonet Point’ fornite da addetti ai lavori hanno mostrato perdite dal soffitto in una sala di risveglio, attrezzature per l’ossigeno tenute insieme da nastro adesivo, lavandini insanguinati e coperti, fili che penzolavano da un buco nel muro e scarafaggi nella sala operatoria.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

La Regione Sicilia: linee guida contro la violenza a danno di medici e infermieri

Ettore Di Bartolomeo

Sanità: in Lombardia stop ai medici e infermieri ‘gettonisti’

Federico Tremarco

Carenza medici, la Sicilia guarda all’Argentina

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.