sabato, 26 Settembre, 2020
Cultura

Mostre: “Di seme in seme” alla Centrale dell’Acqua di Milano

Sponsor

Le piante che oggi utilizziamo per la nostra alimentazione vengono da lontano. Alcuni grandi cereali o alcune importanti leguminose da granella arrivano dal Medioriente, il mais invece dal centro America, il riso dal lontano Oriente, il sorgo dall’Africa.

Il botanico e agronomo russo Vavilov, nel secolo scorso, raccolse specie in tutto il mondo, ne studio’ i caratteri, e individuò i principali centri geografici ove ebbe inizio l’agricoltura.

L’origine della coltivazione, per molte di queste piante alimentari risale ad epoche antiche, anche a più di un centinaio di secoli fa.

E per tutto questo tempo, hanno continuato a viaggiare, a produrre, ad alimentarci. Sono presenti nell’esposizione “Di seme in seme” alcune piante particolarmente importanti, perché progenitrici selvatiche degli attuali cereali e leguminose che consumiamo quotidianamente. Arrivano da un passato remoto e da domani si potranno ammirare presso la Centrale dell’Acqua, Piazza Diocleziano 5.

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10-13 e dalle 14-18, da luglio fino a fine ottobre, tranne il mese di agosto. Nel periodo di apertura verranno organizzati incontri di approfondimento dei temi toccati dalla mostra. (Italpress)

Articoli correlati

A Bologna arriva “Monet e gli impressionisti”

Redazione

Nel 2020 “Alice nel paese delle meraviglie” a Londra

Redazione

Mostre, ad Asti “Monet e gli Impressionisti in Normandia”

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni