venerdì, 10 Aprile, 2020
Cultura

Giornalismo sociale, al via il IX Premio Palmieri

Al via la IX edizione del Premio Nazionale di Giornalismo intitolato ad Angelo Maria Palmieri, giornalista a lungo alla guida dell’Ufficio Stampa di Fiaba Onlus, scomparso a soli 30 anni nel 2011.

La benemerita organizzazione e la Biblioteca e Associazione Culturale, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, hanno appena dato diffusione al bando. Il premio è riservato ai giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti, e agli studenti iscritti alle scuole e master di giornalismo riconosciuti dall’Ordine nazionale dei giornalisti ed è ispirato ai valori che hanno contraddistinto la vita del giovane giornalista: la correttezza e l’obiettività nell’informazione e l’impegno sociale.

Saranno infatti premiati i primi tre migliori articoli o servizi radio radio-televisivi che abbiano affrontato tematiche importanti per la diffusione dei valori etici della professione come la tutela dei diritti umani, il superamento di tutte le barriere, le pari opportunità, il femminicidio, il bullismo e cyberbullismo, l’integrazione sociale, le nuove povertà, la convivenza civile.

Gli articoli e/o i servizi radiotelevisivi devono essere stati pubblicati o trasmessi tra il 16 marzo 2019 e il 30 marzo 2020. Gli elaborati devono essere inviati entro il 15 aprile 2020 a: ufficiostampa@fiaba.org.

Saranno esaminati da una giuria di esperti della stampa nazionale e della cultura.

La cerimonia di premiazione si terrà ad Avezzano nel mese di maggio 2020.

Il giudizio sarà basato su criteri di rilevanza e originalità dei contenuti, rigore, completezza e accuratezza dell’informazione, qualità della scrittura, stile espositivo, forza comunicativa, aderenza ai temi del bando e sarà espresso insindacabilmente da dalla Giuria.

Tutto il materiale inviato non sarà restituito e resterà depositato presso la Biblioteca e Associazione Culturale “Angelo Maria Palmieri” di Cappelle dei Marsi che declina ogni responsabilità in caso di smarrimento, furto, incendio o altra causa di forza maggiore. I promotori della iniziativa si riservano il diritto di riprodurre parzialmente o totalmente gli elaborati presentati, risultati vincitori, per i loro scopi istituzionali. L’eventuale ripubblicazione sugli organi di stampa di qualsiasi articolo partecipante al concorso, sarà da ritenersi a puro titolo gratuito, ed il concorrente non potrà richiedere alcun compenso. I candidati, inoltre, sollevano il comitato promotore da qualsiasi responsabilità derivante dall’originalità delle opere presentate, dalla violazione dei diritti d’autore e delle riproduzioni.

Articoli correlati

Editoria: Casellati “Giornalismo presidio irrinunciabile democrazia”

Redazione

Festival del giornalismo digitale, a Varese dal 7 al 10 novembre

Redazione

Annullata l’edizione 2020 del Festival internazionale del Giornalismo

Redazione

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni