domenica, 14 Aprile, 2024
Lavoro

Ristorazione: il settore alla ricerca di 140mila figure professionali

FIPE-Confcommercio, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi, sottolinea come, pur in presenza di una significativa ripresa dei consumi nel corso degli ultimi due anni, i livelli di occupazione non hanno ancora eguagliato quelli pre-pandemia. Per i Pubblici Esercizi si acuiscono i problemi connessi alla mancanza di personale. Ma non è solo l’esigenza di personale stagionale a preoccupare il settore, ma la strutturale difficoltà nel reperire personale qualificato. Le figure professionali richieste solamente dal comparto della ristorazione nel trimestre febbraio-aprile sono circa 140mila, oltre la metà dei lavoratori ricercati dall’intero settore turistico, che ammontano complessivamente a 210.000.

Tra le iniziative per incentivare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro qualificato c’è il FIPE Talent Day, un roadshow nelle principali città italiane, che dopo il successo registrato nel 2022 con 500 aziende coinvolte e oltre 5.000 partecipanti, è giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Il Talent Day ha l’obiettivo di mettere in contatto le scuole alberghiere e dell’enogastronomia, le agenzie per la somministrazione, i giovani in cerca di un impiego e gli imprenditori che faticano a trovare personale.   Infatti, almeno per il 30% delle figure richieste le imprese hanno difficoltà di reperimento per ridotto numero di candidati mentre per il 13,8% il motivo principale è l’inadeguatezza dei curricula presentati.

Il settore conta oggi circa 800.000 dipendenti. Secondo le elaborazioni FIPE, la figura professionale più ricercata è quella del cameriere di sala per il quale le imprese stanno cercando circa 55 mila persone. Seguono poi cuochi e aiuto cuochi (circa 30.000), banconieri di bar (15.610), banconieri di gelateria (10.040). Si tratta di figure per cui in almeno 7 casi su 10 sono richieste esperienze pregresse nel settore e dunque una buona competenza.   “Quella del Talent Day è un’iniziativa che si è resa sempre più necessaria a partire dagli ultimi due anni per rispondere sia alla carenza di personale nel settore sia alla dispersione di competenze in un comparto che è volano dell’industria turistica nazionale”, ha dichiarato Aldo Cursano, Vicepresidente Vicario FIPE e Presidente Confcommercio Toscana. “Sotto questo profilo, è fondamentale sviluppare una strategia condivisa con istituzioni, parti sociali e imprese per avvicinare soprattutto le nuove generazioni a professioni stimolanti e di qualità. Ma non solo. Dobbiamo attivare e rafforzare percorsi di innovazione tecnica e professionale, superando definitivamente una logica di mero assistenzialismo che ha reso sempre più complicato l’incontro tra domanda e offerta”, ha aggiunto.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Le persone, la conoscenza e la giustizia sociale al centro dello sviluppo

Lorenzo Romeo

Ricerca: investiti 3,1 Mld in tecnologia e R&S nel 2021

Lorenzo Romeo

Malattie rare, Fondazione Cariplo e Telethon insieme per la ricerca

Angelica Bianco

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.