mercoledì, 29 Maggio, 2024
Società

Titolo di miglior mediatore civile e commerciale in Italia

Undicesima edizione della CIM (Competizione italiana di mediazione), partecipanti 100 studenti di 12 università

La Cim è organizzata dalla Camera Arbitrale di Milano, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Milano La Statale, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dell’Università degli Studi di Milano Bicocca. Si tratta di un incontro tra studenti di Università italiane che gareggiano sfoggiando virtù di comunicazione, tecniche di negoziazione, capacità di problem solving, per vincere il titolo di miglior negoziatore e mediatore in materia civile e commerciale. Ciascuna Università può presentare una o due squadre, composte da 2 a 6 studenti. Le squadre si affrontano davanti a una giuria di mediatori professionisti e valutatori in una serie di mediazioni e udienze simulate. Durante la gara alcuni studenti indossano le vesti dell’avvocato difensore e altri i panni della parte in causa; le due squadre provano ad implementare al meglio le tecniche di negoziazione apprese nel corso universitario. Il mediatore che conduce l’incontro è un mediatore professionista, così come lo sono i due valutatori che assistono alla simulazione. Quest’anno la novità è che tra i valutatori ci sono ragazzi della Next Generation, giovani che hanno partecipato alle precedenti edizioni della Cim.

Le simulazioni delle udienze (si tratta di vicende realmente accadute e gestite in mediazione) che i giovani universitari hanno affrontato hanno riguardato i seguenti temi: il primo caso era riferito all’organizzazione di un evento fashion annullato, per cui le squadre si sono confrontate su richieste di risarcimento danni e danni di immagine sui social; nel secondo caso la controversia concerneva la lite di una coppia di genitori coinvolte in una separazione molto costosa e divisiva. Infine, Il terzo caso ha interessato una disputa generatasi a seguito della realizzazione di uno street artist, dapprima stimato positivamente ma poi contestato dagli stessi committenti.

È stata proclamata vincitrice della undicesima edizione la squadra schierata dall’Università Luiss, composta da Flavia Perinelli, Paola Rossi, Alessandra Ambrosio, Paola Venezia, Arianna Rampulla, Maria Elena di Bella, La squadra La Medaglia d’argento è stata assegnata alla squadra dell’Università di Sassari, con il team “Sassari 1” composto da Elisa Cuccuru, Maria Antonietta Di Martino, Antioco Floris, Eleonora Riccardo, Gianluca Mele, Maria Aurora Gesu. La Medaglia di bronzo è stata conquistata dal team dell’Università di Rovigo composta da Maria Sofia Garbin, Andrea Gobbo, Alessandro Maran, Nicolò Zilio. Ha vinto il premio speciale, assegnato dai valutatori della Next Generation (i valutatori che hanno partecipato alle gare delle precedenti edizioni della Cim), la squadra dell’Università del Salento. La proclamazione si è tenuta oggi nella cerimonia conclusiva presso la sede dell’Università la Bicocca di Milano. 

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Le Università italiane attirano ma non sempre trattengono

Martina Miceli

Le università libanesi investono nelle nuove tecnologie

Cristina Gambini

Veri ristori che mancano agli studenti

Carlo Pacella

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.