martedì, 25 Giugno, 2024
Economia

Abi: clima e inclusione priorità dello sviluppo sostenibile

Contrasto al cambiamento climatico, rispetto e valorizzazione delle diversità per favorire l’inclusione e la parità anche di genere, promozione di una diffusa cultura economica e finanziaria. Sono questi i principali obiettivi di sviluppo sostenibile su cui si concentra l’impegno delle banche italiane. È quanto emerge dallo studio delle Dichiarazioni non finanziarie (Dnf) pubblicate nel 2022 e relative alle attività svolte nel 2021 da un campione di banche rappresentativo del 95% del mondo bancario in Italia, in termini di totale attivo. L’analisi è stata realizzata nell’ambito dell’ultima rilevazione BusinEsSG con cui ABI, in collaborazione con SCS Consulting, analizza il processo di integrazione nelle attività bancarie delle dimensioni ambientale, sociale e di gestione d’impresa (acronimo ESG dall’inglese Environmental, Social and Governance).

L’indagine mette in luce l’elevata percentuale di banche (l’85% del totale campione) che rendiconta nel dettaglio il proprio contributo al raggiungimento dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals, SDGs nell’acronimo inglese). Inoltre, vengono identificati gli obiettivi sui quali le banche agiscono in via prioritaria per contribuire a promuovere una crescita equa e duratura, e rispetto ai quali nelle dichiarazioni non finanziarie le banche danno conto in modo dettagliato delle iniziative che hanno adottato a riguardo.

Gli obiettivi più ricorrenti rendicontati nelle Dichiarazioni non finanziarie sono i seguenti: crescita economica, duratura, inclusiva e sostenibile, occupazione piena e produttiva e lavoro dignitoso per tutti; contrasto al cambiamento climatico e alle sue conseguenze; valorizzazione e uguaglianza di genere; educazione di qualità, equa e inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti; città e insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili; infrastrutture resilienti, innovazione ed industrializzazione equa, responsabile e sostenibile; accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni; lotta a ogni forma di povertà; salute e benessere per tutti e per tutte le età.  

Condividi questo articolo:
Sponsor

Articoli correlati

Greta “Vogliamo giustizia climatica, i leader non ci ascoltano”

Redazione

Vis Factor: emergenza clima la maggior preoccupazione per gli italiani

Federico Tremarco

Centro Difesa e Certificazione Crea diventa Istituto protezione piante

Redazione

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.