venerdì, 15 20 Novembre19
Articoli del Giorno Società

Violenza di genere, percorsi formativi dalla Regione Campania

Seicentomila euro per percorsi formativi utili a rafforzare la rete a supporto delle donne vittime di violenza. A stanziarli la Giunta Regionale della Campania, su proposta dell’assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità Chiara Marciani.

Per la precisione si tratta di tre percorsi formativi.

Il primo è destinato alle forze dell’ordine grazie alla collaborazione con la Scuola regionale di Polizia locale; il secondo agli operatori e alle operatrici sociali tramite i centri antiviolenza e gli ambiti territoriali; il terzo è rivolto al personale sanitario ospedaliero, ai pediatri e ai medici di base. Violenza di genere, percorsi formativi dalla Regione Campania.

L’assessore ha spiegato che la formazione programmata dalla Regione Campania consentirà di raggiungere un duplice obiettivo: “Da un lato serve a sensibilizzare tutti coloro che si trovano nelle condizioni di dover accogliere le donne vittime di violenza e in taluni casi anche dei loro figli; in questo modo non solo avranno più chiavi di lettura per riconoscere possibili casi di violenza, ma sapranno anche dare giuste indicazioni alle donne prima di indirizzarle alle operatrici esperte dei centri antiviolenza”. “Dall’altro – ha proseguito – riusciremo a formare in maniera più puntuale il personale sanitario dei Pronto Soccorso della nostra Regione al fine di rafforzare i percorsi del Codice Rosa. Vogliamo continuare ad essere sempre più vicini alle donne vittime di violenza e ai loro figli. Mai più sole contro chi minaccia, mai più sole nel ripartire, mai più sole nell’affrontare i problemi del quotidiano”.

La violenza di genere, anche in Campania, costituisce una piaga sociale.

Nel corso del 2018 sono state 1258 le donne che si sono rivolte agli sportelli antiviolenza attivi sul territorio regionale, come emerge rapporto annuale dell’Osservatorio sul fenomeno della violenza sulle donne presentato nella sede del Consiglio regionale della Campania alla presenza della presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosa D’Amelio, della presidente dello stesso Osservatorio, Rosaria Bruno e dell’assessora alle Pari Opportunità e Formazione, Chiara Marciani.

Il maggior numero di donne che ha fatto ricorso ai servizi dei centri antiviolenza proviene dalla provincia di Napoli (703). Al secondo posto c’è la provincia di Salerno con 248 casi.

Related posts

Bullismo; Amabile: “Dalla Regione Campania 200mila euro per i punti ascolto”

Redazione

Commercialisti, Emirati Arabi Uniti nuova opportunità per le imprese campane

Redazione

I sindaci non sono meteorologi

Carmine Alboretti

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzare il sito ne assumiamo che tu sia concorde. Accetta Maggiori Informazioni