sabato, 25 Maggio, 2024
Regioni

In Abruzzo nuova gestione digitalizzata dei vaccini

Su proposta dell’assessore alla Salute Nicoletta Verì è stato approvato dalla giunta regionale abruzzese un provvedimento volto a migliorare il flusso informativo del sistema sanitario della regione, che a causa delle carenti infrastrutture tecnologiche non può divulgare tempestivamente in rete informazioni importanti per i cittadini come l’anagrafe vaccinale e gli screening oncologici, così da poter disporre di dati coerenti, puntuali e soprattutto estratti con una procedura unificata da tutte le Asl del territorio. Il provvedimento prevede l’attivazione di una nuova piattaforma telematica, strumento che oltre alla registrazione delle informazioni, consentirà ai cittadini abruzzesi di usufruire di una serie di nuovi servizi. Per la nuova piattaforma, che andrà ad aggiornare quella in funzione dal 2013, è prevista una spesa di 5 milioni e mezzo di euro fino al 2026 e sarà gestita a livello centralizzato dal Servizio Sanità Digitale del Dipartimento regionale.   “Nel corso del convegno di Pescara dello scorso dicembre promosso in collaborazione con la Corte dei conti era stato sollevato proprio il nodo della grande quantità di informazioni afferenti al sistema sanitario che troppo spesso non possono essere messe in rete perché le infrastrutture tecnologiche non hanno la possibilità di interfacciarsi. Questo progetto è uno dei tanti sui quali l’Assessorato e il Dipartimento sono al lavoro, affinché i tanti sistemi informativi oggi in funzione in Abruzzo non siano soluzioni a compartimenti stagni, ma diventino interconnessi, così da migliorare la gestione dei processi da parte sia delle Asl, sia dell’organo politico che è chiamato a compiere le scelte di programmazione”, ricorda Nicoletta Verì .   Sul fronte dei vaccini sarà implementata l’integrazione con i portali in uso ai medici di famiglia e alle farmacie (in particolare per ciò che riguarda l’antinfluenzale); l’accesso al sistema attraverso Spid; la visualizzazione, da parte di ciascun cittadino, di tutte le vaccinazioni effettuate (comprese le somministrazioni del vaccino anti Covid 19 e di quello per il papilloma virus) nel corso della vita e contestuale stampa del libretto vaccinale. Nello stesso sistema verrà implementata anche la gestione degli screening oncologici, con la possibilità per cittadini di consultare le campagne in atto, gestire gli appuntamenti, presentare candidature spontanee e contattare direttamente i centri screening. I medici, di contro, potranno gestire in maniera più snella ed efficace tutti gli aspetti clinici e diagnostici.   “Il progetto rientra nel Piano strategico triennale sulla digitalizzazione della sanità regionale, approvato lo scorso anno. Un programma articolato e complesso, con un investimento di circa 50 milioni di euro (finanziato con fondi propri e con risorse PNRR) che servirà a dotare il nostro sistema sanitario di tecnologie e servizi all’avanguardia”, aggiunge l’assessore.   Nello stesso ambito è stato approvato dalla giunta regionale anche un secondo progetto, riguardante un nuovo sistema informatico per la raccolta e gestione di tutti i flussi informativi provenienti dalle Asl, dalla governance sanitaria regionale e dai programmi nazionali. In questo caso l’investimento è di 6 milioni di euro, che saranno utilizzati per la centralizzazione del patrimonio informativo già presente, per valorizzare l’analisi dei dati e assicurare la predisposizione di interventi basati su dati consolidati, per garantire la tempestiva disponibilità dei dati critici per adempiere alle scadenze ministeriali.

Condividi questo articolo:
Sponsor

Lascia un commento

Questo modulo raccoglie il tuo nome, la tua email e il tuo messaggio in modo da permetterci di tenere traccia dei commenti sul nostro sito. Per inviare il tuo commento, accetta il trattamento dei dati personali mettendo una spunta nel apposito checkbox sotto:
Usando questo form, acconsenti al trattamento dei dati ivi inseriti conformemente alla Privacy Policy de La Discussione.