venerdì, 1 Luglio, 2022
Regioni

Festa mariana al Santuario di Tagliavia

Arriveranno da tutta la Sicilia e non solo i pellegrini devoti alla Madonna del Rosario, venerata nel Santuario della “Madonna di Tagliavia” alle porte di Corleone meta di tantissimi fedeli che ogni giorno vengono accolti da Padre Giovanni, fondatore della Comunità Religiosa “Le Cinque Pietre”. Di certo un forte punto di richiamo per chi, nel silenzio e nella contemplazione desidera tirare a lucido la propria identità cristiana. Oggi, domenica dell’Ascensione, nel territorio palermitano prende corpo questo aspetto di fede che sa anche di divertimento e di gioia.

Tanti in queste ore i pellegrini che si sono messi in cammino per raggiungere questo meraviglioso Santuario che merita tanta attenzione da parte di chi coordina anche la vita pubblica del territorio. La strada per raggiungere questo luogo sacro è totalmente distrutta e la fatica è immane. Occorre maggiore sensibilizzazione e quel pizzico di rispetto che richiama la fede di tanti che non rinunciano a un momento di conforto e di preghiera in un Santuario di forte attrazione cristiana. È in questa oasi di preghiera e di fede, grazie all’animazione di Padre Giovanni e della sua splendida Comunità religiosa dedita principalmente all’accoglienza, all’ascolto alla direzione spirituale e alla preghiera, che ha preso sede l’Ambasciata della Lode a firma del Parlamento della Legalità Internazionale”.

Non è l’unico luogo di fede che ha accolto il Parlamento della Legalità Internazionale: già esiste una
Ambasciata del movimento nella Comunità Ecclesiale del Sacro Cuore a Massafra, “Ambasciata della Misericordia e del Perdono” nella Comunità religiosa delle Suore Orsoline di Roma (Ambasciata della Preghiera inaugurata dal Cardinale Francesco Coccopalmerio, già Ministro della Giustizia della Santa Sede-Vaticano) a San Giovanni Rotondo l’Ambasciata della Riconciliazione e altre ancora. Al Santuario Mariano di Tagliavia l’Ambasciata della Lode esprime tutta la bellezza della fede a “Maria Stella del Mattino” cosi venerata in casa Parlamento della Legalità Internazionale. Proprio dal primo momento della sua nascita e fondazione i componenti di questa grande famiglia hanno consacrato ogni azione a Colei che è guida e madre.

Festa, quindi, oggi al Santuario Mariano di Tagliavia, tutto organizzato da Padre Giovanni e dalla Comunità “Cinque Pietre” segno visibile di una “Chiamata” alla Lode, alla Gioia, all’ascolto e alla contemplazione. Una Comunità Ecclesiale indubbiamente benedetta da Dio e che nei prossimi giorni vedrà un giovane della Toscana ricevere dall’imposizione della mani di Monsignor Michele Pennisi – Arcivescovo di Monreale – (guida spirituale del Parlamento della Legalità internazionale) l’ordinazione sacerdotale. Se l’albero buono si vede dai frutti, padre Giovanni ha piantato un “sì” alla Preghiera e alla Gioia che affascina ed educa alla vita cristiana tantissimi pellegrini e molti giovani che ricorrono a Maria per arrivare poi al cuore di Cristo, Via / Verità e Vita. Ne è prova le diverse missioni di evangelizzazioni che sono animate da questa comunità che ha il taglio della povertà ma ricca nella fede e nella testimonianza di vita. È proprio il caso di scrivere “Provare per credere”.

Sponsor

Articoli correlati

Tutto pronto per il “Maggio mariano digitale”

Ettore Di Bartolomeo

Venerdì 1 aprile a Roma l’Ambasciata della Preghiera a firma Parlamento della Legalità: a benedirla il cardinale Coccopalmerio

Nicolò Mannino

Un “Libro sospeso…” in sede Parlamento della Legalità: la cultura educa alla vita

Nicolò Mannino

Lascia un commento