giovedì, 26 Maggio, 2022
Economia

Pnrr: 698 milioni al settore del turismo

Grazie al PNRR 698 milioni di euro arriveranno alle imprese del settore turistico colpite dalla pandemia da coronavirus. Si tratterà di sovvenzioni dirette e crediti d’imposta per le imprese turistiche e crediti d’imposta per le agenzie di viaggi e gli operatori turistici. Per le imprese turistiche, l’intento della misura è coprire parte dei costi legati all’ammodernamento delle strutture e degli impianti e all’efficientamento energetico. I beneficiari avranno diritto a un importo fino al 50% dei costi ammissibili, entro un massimale di 100.000 euro per impresa. Il regime è stato approvato dalla Commissione europea nell’ambito del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato e rientra nel piano nazionale per la ripresa e la resilienza. “Le imprese attive nel settore del turismo hanno visto diminuire notevolmente le loro entrate a causa della pandemia da coronavirus e delle restrizioni introdotte – afferma Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza -.

Questo regime da 698 milioni di euro consentirà all’Italia di sostenerle, aiutandole a coprire il fabbisogno di liquidità e ad assicurare la continuità operativa. Continueremo a lavorare in stretta collaborazione con gli Stati membri per trovare soluzioni praticabili in grado di attutire l’impatto economico della pandemia da coronavirus nel rispetto delle norme dell’UE”. Per quanto riguarda le agenzie di viaggi e gli operatori turistici, la misura è intesa a coprire parte dei costi relativi alle ristrutturazioni e alle attività di sviluppo digitale. I beneficiari avranno diritto a ricevere aiuti sotto forma di un credito d’imposta che copra fino al 50% dei costi ammissibili, entro un massimale di 25.000 euro per beneficiario. Lo scopo del regime è soddisfare il fabbisogno di liquidità dei beneficiari e aiutarli a proseguire le attività durante la pandemia e dopo. La Commissione ha constatato che il regime notificato dall’Italia è conforme alle condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, l’aiuto non supererà i 2,3 milioni di euro per beneficiario e sarà concesso entro il 30 giugno 2022.

Sponsor

Articoli correlati

Turismo, dal 31 marzo in Calabria gli Stati Generali

Lorenzo Romeo

La crescita italiana sopra la media Ue anche nel 2022

Gianmarco Catone

Garavaglia incontra Città dei Motori “Opportunità per rilancio Paese”

Redazione

Lascia un commento