venerdì, 1 Luglio, 2022
Regioni

Fontana “Da Pnrr ci aspettiamo fondi conspicui per cultura-spettacolo”

MILANO (ITALPRESS) – Le imprese lombarde della musica realizzano il 95% del fatturato del comparto nazionale e quindi si attendono una parte consistente delle risorse che il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) destinerà al settore italiano di cultura e spettacolo (in totale sono 115 milioni di euro), che però impone loro di digitalizzarsi e diventare 'green'. Se ne è parlato a Palazzo Litta in corso Magenta a Milano, dove il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il sottosegretario alla Cultura, Lucia Borgonzoni, e Onofrio Cutaia, direttore generale di 'Creatività Contemporanea' del Ministero dei Beni Culturali si sono confrontati gli operatori e stakeholder delle attività culturali e creative, che su scala nazionale riceveranno 155 milioni di euro di fondi europei, di cui 115 per favorire la transizione digitale, nell'arco di 5 anni. La cifra destinata alla Regione Lombardia non è ancora definita, ma l'obiettivo della riunione di oggi è stato primariamente quello di individuare progettualità per sostenere il settore verso l'innovazione e la transizione digitale lungo l'intera filiera di settore. "E' stato giusto partire con questo primo incontro a Milano, perché nella nostra Regione il comparto della musica realizza il 95% del fatturato nazionale", ha evidenziato Fontana, sottolineando che quello della musica e dello spettacolo è un "settore importantissimo che contribuisce in maniera sostanziale all'andamento economico della nostra regione, perché crea filiere di alto valore". A fronte di ciò, ci aspettiamo "una cifra consistente" dai fondi del Pnrr, ha aggiunto. Ampia la platea di possibili beneficiari dei finanziamenti, ovvero tutte quelle imprese, pubbliche e private, che si basano su valori culturali ed espressioni artistiche, individuali o collettive, incluse architettura, archivi, biblioteche e musei, artigianato artistico, audiovisivo (inclusi film, televisione, videogiochi e multimedia), patrimonio culturale tangibile e immateriale, design (incluso il design della moda), festival, musica, letteratura, arti dello spettacolo, (compresi teatro e danza), libri ed editoria, radio e arti visive. (ITALPRESS). fmo/fil/red 29-Set-21 15:15

Sponsor

Articoli correlati

Carburanti, CNA Sicilia “Regione chieda allo Stato parte delle accise”

Redazione

Sicindustria fa incontrare le imprese con le Fintech del credito

Redazione

Casi Covid in aumento in Fvg, task force per verifica rete ospedali

Redazione

Lascia un commento