Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeVaticanoMilano, morto ex Arcivescovo Tettamanzi

Milano, morto ex Arcivescovo Tettamanzi In evidenza

Pubblicato in Vaticano
06 Agosto 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
È morto all'età di 83 anni, dopo una lunga malattia, il cardinale Dionigi Tettamanzi. Arcivescovo di Milano dal 2002 al 2011, il cardinale si è spento nella Villa Sacro Cuore, la 'Casa di spiritualità della Diocesi', a Triuggio, in Brianza, dove si era ritirato dopo la fine del mandato. Nato il 14 marzo 1934 a Renate, nell'arcidiocesi di Milano, a 11 anni entra in seminario e viene ordinato presbitero il 28 giugno 1957, all'età di 23 anni, dall'arcivescovo di Milano Giovanni Battista Montini, futuro Paolo VI. Professore di teologia morale al seminario di Venegono Inferiore dal 1959, è stato nominato rettore del Pontificio seminario lombardo di Roma nel 1987 e ha lavorato al servizio della curia romana e della Conferenza Episcopale Italiana. Il 1^ luglio 1989 viene nominato arcivescovo metropolita di Ancona-Osimo da papa Giovanni Paolo II. Lascia l'arcidiocesi di Ancona-Osimo il 14 marzo 1991, in seguito alla nomina a segretario generale della CEI. Il 20 aprile 1995 viene nominato arcivescovo metropolita di Genova. Il 25 maggio viene nominato vicepresidente della CEI per il quinquennio 1995-2000, mentre il 21 febbraio 1998 viene creato cardinale da papa Giovanni Paolo II. L'11 luglio 2002 è nominato arcivescovo metropolita di Milano e prende possesso il 14 settembre successivo. Durante gli ultimi anni del pontificato di papa Giovanni Paolo II è stato a lungo indicato come uno dei possibili "papabili" alla successione. Il 18 ed il 19 aprile partecipa come cardinale elettore al conclave del 2005 che elegge come nuovo papa Joseph Ratzinger (Benedetto XVI). Il 15 marzo 2009, al superamento del 75^ anno di età, presenta a papa Benedetto XVI, in base alle norme del diritto canonico, le dimissioni dalla guida dell'arcidiocesi milanese ma il 9 aprile viene confermato "donec aliter provideatur" dalla Santa Sede per altri due anni. Il 28 giugno 2011 viene accettata la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi per raggiungimento dei limiti di età. Gli succede a settembre dello stesso anno il cardinale Angelo Scola e Tettamanzi si ritira nella Villa Sacro Cuore di Tregasio in Triuggio. Nel luglio del 2012 è nominato amministratore apostolico di Vigevano, incarico che dura un anno. Nel frattempo (marzo 2013) partecipa come cardinale elettore al conclave del 2013 che elegge papa Francesco. La sua ultima apparizione pubblica, già malato e sulla sedia a rotelle, è datata 25 marzo di quest'anno, in occasione della visita di Papa Francesco a Milano.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni