Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeVaticanoPapa Francesco: «Fermare i signori della guerra»

Papa Francesco: «Fermare i signori della guerra» In evidenza

Pubblicato in Vaticano
14 Aprile 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
«Penso che oggi il peccato si manifesti con tutta la sua forza di distruzione nelle guerre, nelle diverse forme di violenza e maltrattamento, nell’abbandono dei più fragili. Il mondo deve fermare i signori della guerra. Perché a farne le spese sono sempre gli ultimi, gli inermi». Lo afferma Papa Francesco, in un'intervista al quotidiano La Repubblica in edicola oggi. Per il Pontefice, che oggi nel carcere di Paliano (Frosinone) celebrerà la Messa in Coena Domini con il rito della lavanda dei piedi ad alcuni detenuti, la missione della Chiesa è «farsi prossima degli ultimi, degli emarginati, degli scartati. Chi non è colpevole scagli la prima pietra. Guardiamoci dentro e cerchiamo di vedere le nostre colpe. Allora, il cuore diventerà più umano». Alla domanda su come stia vivendo questa vigilia di Pasqua caratterizzata da uno scenario mondiale ad alta tensione, Francesco risponde così: «Mi viene solo da chiedere con più forza la pace per questo mondo sottomesso ai trafficanti di armi che guadagnano con il sangue degli uomini e delle donne». «Come ho detto anche nel recente messaggio per la giornata mondiale della pace, il secolo scorso è stato devastato da due guerre mondiali micidiali - spiega il Papa -, ha conosciuto la minaccia della guerra nucleare e un gran numero di altri conflitti, mentre oggi purtroppo siamo alle prese con una terribile guerra mondiale a pezzi. Non è facile sapere se il mondo attualmente sia più o meno violento di quanto lo fosse ieri, né se i moderni mezzi di comunicazione e la mobilità che caratterizza la nostra epoca ci rendano più consapevoli della violenza o più assuefatti a essa».

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni