Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeVaticano

Entro marzo accordo con l’Italia, anche il Vaticano rinuncia al segreto bancario In evidenza

Pubblicato in Vaticano
Scritto da Antonio Bifano il Sabato, 07 Marzo 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Entro marzo il Vaticano dovrebbe rinunciare al segreto bancario nell’ambito di un trattato che porterà all’introduzione del sistema della doppia imposizione su standard Ocse: chi deposita i propri soldi presso lo Ior dovrebbe pagare le tasse anche nel paese di residenza, cioè in Italia, sono ad un passo dalla firma gli accordi sulla trasparenza bancaria tra Italia e Santa Sede. Dall’intesa dovrebbe anche derivare la garanzia sullo scambio di informazioni che porrebbe fine al segreto bancario spesso impermeabile allo strumento della rogatoria internazionale. {akeebasubs !*}Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o…

Papa Francesco: «Abbandonare gli anziani è peccato»

Pubblicato in Vaticano
Scritto da Antonio Marvasi il Giovedì, 05 Marzo 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
«Gli anziani sono una ricchezza che non si può ignorare, ma la cultura del profitto insiste nel mostrare i vecchi come un peso, come una zavorra. Non solo non producono ma vanno scartati. E' brutto vedere gli anziani scartati: è peccato». Nel corso dell'udienza generale del mercoledì in Piazza San Pietro, il Papa ha lanciato un monito sulla condizione degli anziani e sul trattamento che spesso viene loro riservato all'interno delle famiglie. Papa Francesco ha ricordato un episodio di quando era arcivescovo di Buenos Aires e visitava una casa di riposo: «Ho chiesto ad una signora: come sta? Come stanno…
Vota questo articolo
(0 Voti)
È stato un incontro sentito e commosso quello tra il pontefice e Nechirvan Barzani, primo ministro del governo regionale del Kurdistan iracheno. «La porta della Santa Sede e del Vaticano è sempre aperta per il Kurdistan», casa di un popolo “amico” e generoso, per cui Papa Francesco prova gratitudine. Con l’incontro, Bergoglio ha dato un’investitura simbolica al popolo curdo come capofila della lotta all’Isis, la forza del male che ha costretto moltissime famiglie cristiane - e non solo - ad abbandonare le loro case e vivere da sfollati. Durante il colloquio, Papa Francesco ha ribadito il suo desiderio di recarsi…
Vota questo articolo
(2 Voti)
“Fede e Legalità: un binomio per la Vita”. Questo il tema intorno al quale alcune migliaia di giovani rifletteranno il prossimo 16 marzo. L’appuntamento è alle 10 nella Cattedrale di Palermo, davanti alla tomba del Beato don Pino Puglisi. Ad animare l’incontro due personalità forti e carismatiche: don Antonio Todaro, direttore dell’Ufficio Irc dell’Arcidiocesi di Palermo, Nicolò Mannino, professore di religione, noto in tutta Italia per aver dato vita ed anima al “Parlamento della Legalità”, movimento che propone un modo nuovo di vivere la “Parabola dei talenti”, incoraggiando i giovani a scoprirsi “icona di bellezza nel linguaggio dell’Infinito”. Sarà un…

Papa: l'uomo è capace di essere imprenditore di morte

Pubblicato in Vaticano
Scritto da Francesca Romana Falconio il Martedì, 17 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
“Io faccio quello che voglio e se io ho voglia di questo, lo faccio! E se per questo voglio fare una guerra, la faccio!”. Queste le parole di Papa Francesco nell’omelia mattutina della Messa a Santa Marta riflettendo sulla capacità, presente in ogni uomo, di demolire tutto ciò che Dio ha fatto. “Abbiamo questa possibilità di distruzione – ha spiegato il Pontefice – questo è il problema. Poi, nelle guerre, nel traffico delle armi… ‘Ma, siamo imprenditori!’ Sì, di che? Di morte? E ci sono i Paesi che vendono le armi a questo, che è in guerra con questo, e…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni