Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàVisualizza articoli per tag: sport
"Non è un caso se la Lombardia è la Regione con il maggior numero di eventi sportivi in tutto il Paese. Come amministrazione siamo da sempre vicini a chi fa sport e a chi si impegna a portare sul territorio manifestazioni sportive, cominciando da quelle associazioni che tra mille sacrifici riescono ad offrire un servizio importantissimo a tutta la comunità". Lo dice Antonio Rossi, assessore allo Sport e alle Politiche giovanili, commentando la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Lombardia della graduatoria delle domande di contributo relative alle manifestazioni sportive tenute sul territorio regionale nel primo trimestre del 2017. Il bando rimane aperto per gli altri trimestri. "Con questi primi 150 mila euro vogliamo essere al loro fianco ricordando a tutti che il bando rimane aperto per chi vuole organizzare eventi nei prossimi mesi. Per le associazioni del territorio sono a disposizione 1,2 milioni - spiega l'assessore - cifra che potrà essere incrementato fino a quota 2 milioni. Le risorse sono suddivise in trimestri".
Pubblicato in Costume

“Un boccale di birra è un pasto da re”. La frase è di William Shakespeare, ne “Il racconto d'inverno”. Frase quanto mai attuale, visto che di birra, non solo come bevanda, in questi giorni si parla in termini molto lusinghieri da parte del mondo scientifico. Con una tavola rotonda sul tema “La birra nella supplementazione post-gara degli sportivi amatoriali e d’élite”, è stato affrontato un aspetto nuovo e, probabilmente, inaspettato legato alla birra: quello del suo utilizzo nella dieta dello sportivo. Alla base del workshop organizzato dal Crea, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, la testimonianza di molti lavori, “soprattutto eseguiti presso l’Università di Granada in Spagna, che hanno messo in evidenza i benefici effetti dell’assunzione della birra nel post-gara, date dalla componente materie prime del prodotto, in particolar modo cereali e luppolo. Se integrato in una corretta alimentazione, la birra, per il suo contenuto in vitamine e sali minerali, nonché in alcuni casi in principi attivi, può a buon diritto essere considerata facente parte di una dieta equilibrata”. In particolare, poi, il Crea, in collaborazione con l’Università di Viterbo e il Birrificio del Borgo, nell’ambito del progetto Alimed, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha realizzato una birra proveniente al 90% da grano saraceno tartarico, “un tipo selvatico di grano saraceno, particolarmente ricco di quercetina e di rutina, dalle spiccate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che aiutano l’organismo a contrastare lo stress ossidativo causato da un pasto troppo abbondante o da un prolungato sforzo fisico. Proprio per questo è ideale per gli sportivi. Inoltre – viene spiegato -, è piacevole al palato e praticamente senza glutine”. Insomma, rispetto al consumo di integratori idro-salini e antinfiammatori, talvolta consigliate dallo staff medico e il più delle volte prese a discrezione personale dell’atleta, si apre una nuova frontiera per sportivi di professione e per hobby, quella della reintegrazione con il prodotto birra.

 

Pubblicato in Società

La Regione Lazio ha avviato il progetto ‘Scuola di Squadra’ con il quale intende sostenere la pratica dello sport negli Istituti Secondari di Secondo Grado.

Il progetto, approvato con la Deliberazione di Giunta Regionale numero 123 dello scorso 22 marzo, ha l’obiettivo di dotare tutti gli Istituti Secondari di Secondo Grado della Regione Lazio di attrezzature necessarie a svolgere attività sportive con l’obiettivo di favorire la diffusione di un ampio ventaglio di discipline e contribuire a potenziare la pratica sportiva nelle scuole attraverso migliori dotazioni.

Con il progetto si intende anche contribuire a limitare il fenomeno dell’abbandono sportivo, che sempre più studi dimostrano avvenire con maggiore frequenza nella fascia d’età compresa tra i 14 e i 18 anni. Nei giorni scorsi tutti i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado del Lazio hanno ricevuto un questionario ricognitivo nel quale indicheranno i fabbisogni di attrezzature sportive del loro Istituto sulla base di un elenco elaborato dalla Regione. L’elenco comprende 118 diversi tipi di attrezzature appartenenti a 23 diverse discipline sportive. Nell’elenco sono state inserite anche alcune attrezzature sportive per favorire la pratica sportiva degli alunni con disabilità. I questionari, compilati in ogni loro parte, dovranno essere rinviati alla Regione Lazio all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 17 maggio. Solamente le scuole che rispetteranno tale scadenza potranno beneficiare dell’iniziativa. Nei primi mesi del prossimo anno scolastico 2016-2017 la Regione Lazio invierà le attrezzature a tutti gli Istituti che avranno aderito al progetto, nel rispetto del budget complessivo a disposizione che è pari a 1 milione di euro per 253 istituti scolastici.

 

Pubblicato in Attualità

Studio e sport, il programma del Ministero dell'Istruzione dell'università e della ricerca, si rivolge ai ragazzi delle scuole secondarie di II grado che praticano attività sportiva di alto livello. L'obiettivo è consentire ai giovani di inseguire il loro sogno senza dover rinunciare allo studio. Si parte inizialmente con 1.342 studenti appartenenti alle categorie giovanili Allievi e Primavera della Lega Serie A, di cui 326 con contratto professionistico e 13 già esordienti nel massimo campionato. Per loro niente più lezioni perse a causa di gare e allenamenti: grazie a soluzioni didattiche ad hoc e all’uso della tecnologia potranno infatti stare al passo con la loro classe. È quanto previsto dalla legge “Buona Scuola” in materia di diritto allo studio degli studenti-atleti, è realizzato dal Ministero in collaborazione con il Coni il Cip (Comitato italiano paralimpico) e la Lega Serie A. 

L’iniziativa è stata presentata dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, dal sottosegretario Gabriele Toccafondi, dal presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta e dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. A portare la propria testimonianza di studenti-atleti sono stati il portiere della Juventus Emil Audero, che frequenta l’ultimo anno di Liceo scientifico e il centrocampista della Lazio e della Nazionale Under 21 Danilo Cataldi, che ha lasciato la scuola al terzo anno del Liceo scientifico, ma che ora spera di riprendere. A raccontare la propria esperienza anche la campionessa di nuoto Simona Quadarella (oro ai Giochi olimpici giovanili; doppio oro agli Europei Juniores; oro e argento ai Mondiali Juniores), al quarto anno del Liceo scientifico. Tra i testimonial del programma studio e sport  del Miur anche Andrea Lucchetta, il campione mondiale.

Gli studenti-atleti non avranno “sconti” sui programmi di studio, che saranno uguali a quelli dei loro compagni, ma potranno seguire le lezioni tramite una piattaforma web conciliandole con gli impegni sportivi; sempre attraverso la piattaforma web potranno dialogare e interagire con i docenti o con i compagni e avranno a disposizione tutti i materiali didattici. Ad affiancare ciascuno studente ci saranno poi due tutor: uno scolastico e uno sportivo. Le attività di e-learning (documentate e certificate dal Consiglio di classe) potranno essere equiparate ai fini della valutazione a quelle svolte in presenza per una quota massima del 25% del monte orario annuale.

Pubblicato in Società

Quaranta ragazzi, provenienti da famiglie disagiate, segnalate dai servizi sociali, avranno l’opportunità di praticare discipline sportive nell’ambito delle attività promosse dall'Asd San Giorgio1926, in maniera totalmente gratuita. Sport a braccetto con la solidarietà a San Giorgio a Cremano. Infatti la giunta, coordinata dal sindaco Giorgio Zinno, ha approvato il progetto in questione.

“Abbiamo sentito come un dovere quello di mettere in campo strumenti e progetti che diano a tutti i ragazzi della nostra città le stesse possibilità che promuova lo sport come un'opportunità di aggregazione e di integrazione per abbattere le differenze sociali che troppo spesso rappresentano un ostacolo alla crescita della nostra comunità” – ha spiegato il primo cittadino.

Si è così deciso di dare ai bambini la possibilità di praticare sport presso la società sportiva dove si allena la squadra del San Giorgio, lasciando interamente gli oneri economici all'ente comunale. Inoltre, sempre nell'ambito della promozione sportiva, prenderà il via nei prossimi giorni, il torneo natalizio di calcio "Merry Christmas 2015", destinato ai bambini di San Giorgio a Cremano tra i 5 a i 15 anni. Si tratta di un minicampionato che vedrà la partecipazione di oltre 500 piccoli atleti di San Giorgio a Cremano che frequentano le società sportive calcistiche del territorio.

 

Pubblicato in Società

Educare le nuove generazioni attraverso lo sport, promuovendo i valori del rispetto e della tolleranza. Questo l’obiettivo del dibattito “Olympic truce and sports diplomacy”, svoltosi a Roma, presso la sede della John Cobot Uniersity, nel corso del quale Mario Pescante, ambasciatore del Comitato olimpico internazionale per le Nazioni unite, ha presentato la “Tregua Olimpica”, ossia la risoluzione Onu per i prossimi Giochi di Rio.

Per l’alto dirigente sportivo la tregua olimpica è “la risposta più appropriata a chi ci vuole terrorizzare, è quella di continuare con la vita di tutti i giorni. I rischi ci sono, ma non dobbiamo chiuderci alle attività quotidiane e sociali, sarebbe ammettere la sconfitta. Per questo Roma è candidata alle olimpiadi del 2024. Lo stesso  discorso vale anche per gli Europei di calcio”.

“La Tregua olimpica – ha proseguito - può rimanere solo un messaggio simbolico, funzionava nei tempi antichi, ma non è stata rispettata in quelli moderni e cosiddetti civilizzati. Sappiamo, però, che questo messaggio va diretto al cuore degli atleti di tutto il mondo, delle persone che parlano il linguaggio universale dello sport”.

Il contenuto della risoluzione è, comunque, molto concreto. Nel senso che “ci sono sostegni economici alla pratica sportiva dei rifugiati: un modo per offrire una vita un po’ più normale alle persone bloccate per mesi nei centri di accoglienza”. In questa prospettiva “lo sport è uno straordinario strumento diplomatico che, al netto della lotta al terrorismo, occorre valorizzare per realizzare tanti ponti a beneficio delle giovani generazioni”. “Lo sport rappresenta tuttora lo strumento più concreto per superare barriere, divisioni, contrasti cruenti - ha dichiarato, invece, il presidente della John Cabot University, Franco Pavoncello.

Pubblicato in Cultura

Non si diventa campioni nello sport se non si hanno qualità morali: se non si è grandi nella mente e nel cuore. Per gli stessi motivi, si può essere campioni nella vita anche se non si è mai vinta una sola gara. Questo lo spirito del volume “Campioni di vita”, che sarà presentato a Roma il 5 novembre prossimo presso il Circolo Canottieri Aniene (Lungotevere dell'Acqua Acetosa, 119 - ore 19.30). Il libro, che si avvale della Prefazione del presidente del Coni, Giovanni Malagò, e della Postfazione di Felice Pulici, vicepresidente del Coni Lazio, è stato pubblicato in coedizione dalle Edizioni Ares di Milano & da Zenit Books il cui direttore, Antonio Gaspari, curatore dell'opera, ha raccolto sedici storie incredibili di campioni di sport e di vita tenute insieme da un filo conduttore di grande umanità e di un eroismo forgiato nella pratica sportiva che si fa palestra di vita. Ed eccoli i campioni coinvolti: Ivan Basso, Alessandro Campagna, Vincenzo Cantatore, Ilario Di Buò, Alessia Lucchini, Vincenzo Mangiacapre, Daniele Masala, Annalisa Minetti, Renzo Musumeci Greco, Abdon Pamich, Lorenzo Porzio, Alessandro Proni, Santo Rullo, Riccardo Starace, Massimo Tammaro e BlankaVlaši. All'evento partecipano oltre al presidente Malagò ed al vicepresidente del Coni Lazio Pulici, ex portiere Lazio campione d’Italia 1973/74, anche Lorenzo Porzio, musicista ed ex canottiere plurimedagliato, Vincenzo Cantatore ex pugile, già campione europeo Ebu, Santo Rullo, psichiatra, promotore del calcio sociale. Modera Antonio Gaspari, curatore del libro, direttore agenzia di stampa Zenit.

 

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 25 Settembre 2015 17:00

TENNIS: TORNEO WUHAN. SCHIAVONE SUBITO ELIMINATA

Francesca Schiavone e' stata eliminata al primo turno delle qualificazioni al "2015 Dongfeng Motor Wuhan Open", torneo Wta Premier 5 dotato di un montepremi di 2.513.000 di dollari di scena sui campi in cemento della metropoli cinese. La 35enne milanese, numero 110 Wta, ha ceduto alla 22enne croata Ajla Tomljanovic, numero 53 del rankig mondiale e terza testa di serie del tabellone cadetto, in tre set: 6-1 3-6 6-1.

Pubblicato in Costume

"Sinceramente mi piacerebbe andare alla Juventus ma il Marsiglia mi ha dato tanto, mi ha fatto diventare grande e se l'allenatore ha bisogno di me sono qui. Se poi un giorno...ma non c'e' niente di vero, sono solo voci". Cosi' Mario Lemina, centrocampista del Marsiglia, commenta le ultime indiscrezioni di mercato che vorrebbero i bianconeri sulle sue tracce. Secondo "Canal Football Club", la Juve avrebbe messo sul piatto 12 milioni di euro.

Pubblicato in Costume

La Roma ha annunciato di aver rinnovato la partnership televisiva con Nbc Sports Regional Networks, che porterà la programmazione originale del club negli Stati Uniti anche per la stagione 2015-2016. I tifosi americani potranno quindi seguire la squadra ancora più da vicino e il prolungamento dell'accordo evidenzia la strategia dei giallorossi volta ad avvicinare squadra e tifosi a livello globale. La programmazione targata Roma comincerà sin da subito, con due ore di trasmissione settimanale che andranno in onda nei seguenti mercati ComcastSportsNet: California, Chicago, Mid-Atlantic, New England, Northwest e Philadelphia. La programmazione dell'AS Roma è stata divulgata attraverso NBC Regional Networks anche nella scorsa stagione, da aprile sino al termine del campionato. "La nostra partnership con la Nbc ha riscosso molto successo presso gli appassionati americani e contiamo di far leva su questo entusiasmo anche nella prossima stagione", ha dichiarato Italo Zanzi, Ceo della Roma, che aggiunge: "Abbiamo sviluppato una programmazione ancora più coinvolgente per la nostra fan base statunitense in costante espansione e siamo orgogliosi di poterla diffondere attraverso NbcSports Regional Networks". La programmazione viene prodotta da Roma Studio, una struttura a Trigoria e comprenderà Roma Now (una trasmissione di mezz'ora dedicata al lifestyle) e Roma Match of the Week (la replica integrale dell'ultima partita di campionato).

Pubblicato in Costume
Pagina 1 di 2
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni