Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàLa lezione delle alluvioni

La lezione delle alluvioni In evidenza

Pubblicato in Società
06 Novembre 2018 di Antonio Falconio Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Acque ancora agitate nella maggioranza sui due provvedimenti controversi – decreto sicurezza e termini della prescrizione – all’esame di Senato e Camera, ma all’orizzonte sembrano apparire segni di bonaccia. Acque invece disastrose o minacciose quelle che da giorni caratterizzano tante parti del territorio della nostra penisola, a causa dell’ondata di mal tempo che ancora non da tregua. Sarebbe però riduttivo dare ai turbamenti metereologici l’esclusiva responsabilità di un disastro che si è abbattuto da nord a sud del Paese, con un tragico bilancio di danni e soprattutto di vite. Non è la prima volta che succede e come ogni volta si punta il dito su fattori legati esclusivamente a responsabilità umane: la compromissione e il massacro del territorio che si sono protratti per decenni restando sostanzialmente impuniti e i cambiamenti climatici ormai tanto evidenti nelle loro cause legate allo spreco energetico da rendere ridicoli, se non irresponsabili, gli argomenti di coloro che li negano. Forse, il primo vero cambiamento da fare è quello di restaurare il senso del civismo, quello che non si insegna più nelle scuole: un civismo che parta dal rispetto del territorio e dell’ambiente e dalla tutela dei beni artistici, culturali ma anche paesaggistici ed etici che i nostri antenati ci hanno lasciato. Su questi temi, fondamentali per il nostro futuro la politica ha smarrito la funzione di guida e di orientamento e di conseguenza si è essiccata o stravolta l’iniziativa dei poteri pubblici fino a realizzare forme di connivenza; l’unica voce profetica e forte che si è levata e si leva per ammonire a non distruggere la terra, la vita e la storia e beni comuni, è stata ed è, come nei secoli più bui, quella del Vescovo di Roma, il Papa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30