Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàMattarella: "Spezzare catene sfruttamento lavoro minorile"

Mattarella: "Spezzare catene sfruttamento lavoro minorile" In evidenza

Pubblicato in Società
12 Giugno 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Nel significato più profondo del diritto all'infanzia, i minori dovrebbero affrontare solo i problemi e le preoccupazioni proprie della loro eta'. La possibilità di crescere in salute e circondati da affetto, di vivere liberi dal bisogno e di ricevere un'istruzione costituisce un parametro importante del progresso umano. L'Organizzazione Internazionale del Lavoro ha promosso quest'anno una campagna per la sicurezza dei giovani lavoratori e la fine del lavoro dei bambini. Troppo spesso, nel mondo, i minori di cui si sfrutta il lavoro sono impiegati in occupazioni pericolose o in condizioni lavorative non sicure". Lo afferma in una nota il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile. "L'Europa e l'Italia non sono esenti da questi fenomeni: soprattutto quando il bambino o il ragazzo è lasciato solo è più facile che si trovi imbrigliato nelle reti dello sfruttamento. Siamo tutti chiamati a spezzare queste catene per contrastare ogni forma di abuso, nella consapevolezza che abbiamo bisogno che soprattutto i più giovani devono poter sviluppare appieno le loro capacità - aggiunge Mattarella -. Le condizioni di fragilità in cui i bambini si trovano sono il principale fattore che conduce al tunnel dello sfruttamento. Per questo il ruolo di coloro che vivono accanto ai bambini è di grande importanza e di primaria responsabilità. La scuola - la prima istituzione che i bambini incontrano - resta un presidio essenziale per contrastare la negazione dei diritti dell'infanzia ed e' dunque la migliore alleata di bambini e ragazzi nella costruzione del loro futuro".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30