Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàVinitaly: obiettivo Cina, al via il nuovo roadshow

Vinitaly: obiettivo Cina, al via il nuovo roadshow In evidenza

Pubblicato in Società
11 Giugno 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Shenzhen, Changsha e Wuhan. Sono le nuove tappe del roadshow di Vinitaly in programma in Cina da oggi e fino a giovedì, con cui Veronafiere consolida la propria presenza in Asia, dopo Pechino, Shanghai, Hong Kong, Chengdu e gli appuntamenti della Vinitaly International Academy. La missione commerciale coinvolge tre metropoli nel sud-est del paese, con oltre 40 milioni di abitanti. Nelle città, infatti, si concentra il futuro della domanda di vino del Gigante asiatico, grazie al peso sempre maggiore di una upper class con elevata capacita' di spesa (sarà il 25% della popolazione nel 2022) e un tasso di urbanizzazione che nei prossimi cinque anni salirà di 5 punti, fino al 63%. Secondo i dati dell'osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor, nel 2017 i consumi di vino in Cina sono cresciuti del 3% sul 2016 e le importazioni hanno toccato 2,5 miliardi di euro, raddoppiate in valore negli ultimi dieci anni. La quota di mercato dell'Italia in questo avvio di 2018 e' pari al 7% e i margini di crescita per le esportazioni nazionali restano quindi ancora molto elevati. Ma per conquistare nuovi consumatori è necessario prima far apprezzare qualità e varietà della produzione vitivinicola made in Italy a importatori, agenti e canale horeca. Con questo obiettivo, Vinitaly ha organizzato i tre appuntamenti a Shenzen (11 giugno), Changsha (13 giugno) e Wuhan (14 giugno), riunendo in Cina 46 aziende, tra cantine italiane e distributori cinesi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30