Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàLa birra, ottimo integratore nella dieta dello sportivo

La birra, ottimo integratore nella dieta dello sportivo In evidenza

Pubblicato in Società
13 Maggio 2016 di Marzio Di Mezza Commenta per primo!
Vota questo articolo
(4 Voti)

“Un boccale di birra è un pasto da re”. La frase è di William Shakespeare, ne “Il racconto d'inverno”. Frase quanto mai attuale, visto che di birra, non solo come bevanda, in questi giorni si parla in termini molto lusinghieri da parte del mondo scientifico. Con una tavola rotonda sul tema “La birra nella supplementazione post-gara degli sportivi amatoriali e d’élite”, è stato affrontato un aspetto nuovo e, probabilmente, inaspettato legato alla birra: quello del suo utilizzo nella dieta dello sportivo. Alla base del workshop organizzato dal Crea, Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, la testimonianza di molti lavori, “soprattutto eseguiti presso l’Università di Granada in Spagna, che hanno messo in evidenza i benefici effetti dell’assunzione della birra nel post-gara, date dalla componente materie prime del prodotto, in particolar modo cereali e luppolo. Se integrato in una corretta alimentazione, la birra, per il suo contenuto in vitamine e sali minerali, nonché in alcuni casi in principi attivi, può a buon diritto essere considerata facente parte di una dieta equilibrata”. In particolare, poi, il Crea, in collaborazione con l’Università di Viterbo e il Birrificio del Borgo, nell’ambito del progetto Alimed, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha realizzato una birra proveniente al 90% da grano saraceno tartarico, “un tipo selvatico di grano saraceno, particolarmente ricco di quercetina e di rutina, dalle spiccate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che aiutano l’organismo a contrastare lo stress ossidativo causato da un pasto troppo abbondante o da un prolungato sforzo fisico. Proprio per questo è ideale per gli sportivi. Inoltre – viene spiegato -, è piacevole al palato e praticamente senza glutine”. Insomma, rispetto al consumo di integratori idro-salini e antinfiammatori, talvolta consigliate dallo staff medico e il più delle volte prese a discrezione personale dell’atleta, si apre una nuova frontiera per sportivi di professione e per hobby, quella della reintegrazione con il prodotto birra.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni