Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSanitàVaccini, Martina "Decisione governo inaccettabile"

Vaccini, Martina "Decisione governo inaccettabile" In evidenza

Pubblicato in Sanità
05 Agosto 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"La decisione di Lega e Cinque Stelle e del governo di rinviare l'attuazione della legge, varata dal parlamento solo un anno fa, che reintroduce l'obbligo ai vaccini per i nostri bambini, dall'asilo alla scuola, a difesa della loro salute, e' una scelta grave e inaccettabile". Cosi' il Segretario Pd Maurizio Martina, in un post su Facebook. "Il nostro paese ha bisogno di invertire una pericolosa tendenza che ha fatto registrare negli anni un significativo calo delle coperture vaccinali - continua -. La scienza e la medicina indicano con chiarezza la direzione di marcia da seguire, al di la' delle posizioni politiche di parte, per garantire sempre meglio la difesa della salute di tutti i nostri bambini, anche di quelli immunodepressi che non possono vaccinarsi, e sconfiggere malattie gravi e mortali. I risultati della Legge Lorenzin gia' si vedono e sono di segno positivo. Tante regioni hanno gia' avvertito che non intendono retrocedere dagli impegni assunti; l'Ordine dei Medici ha pronunciato parole chiare contro qualsiasi rinvio. In queste ore noi sosteniamo anche le tante iniziative promosse da genitori, insegnanti e cittadini che manifestano il loro allarme e il loro dissenso per questa scelta profondamente sbagliata". "E' inaccettabile che oggi chi governa lasci spazio alla disinformazione antiscientifica giocando con la salute dei cittadini e dei bambini in particolare. E' inaccettabile l'approssimazione con cui si giustificano scelte pericolose per la salute di tutti", conclude Martina. (Italpress).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30