Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSanitàSalute, nuova fase per l'Osservatorio Nazionale delle Regioni

Salute, nuova fase per l'Osservatorio Nazionale delle Regioni In evidenza

Pubblicato in Sanità
15 Marzo 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Dopo 15 anni di attività al via una nuova fase per l'Osservatorio Nazionale sulla Salute delle Regioni italiane, finalizzata a rendere fruibile in modo semplice le informazioni raccolte al fine di accompagnare il lavoro e le scelte dei diversi attori del mondo della salute e del benessere: comunità scientifiche, decisori istituzionali, medici, giornalisti, aziende farmaceutiche, associazioni di pazienti ma anche tutti i cittadini. Nato su iniziativa dell'Istituto di Sanità Pubblica - Sezione di Igiene dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, registra i dati e le tendenze della salute in Italia. Dati elaborati a livello nazionale con la collaborazione di un potente network regionale, di Istituti di Igiene di altre Università Italiane e numerose istituzioni pubbliche, regionali e aziendali. "Il prodotto principale dell'Osservatorio è il Rapporto Osservasalute che per 15 anni ha analizzato il Sistema Sanitario Nazionale a 360°, prendendo in considerazione gli aspetti legati alle attività, alle risorse economiche e ai bisogni di salute della popolazione"- afferma Alessandro Solipaca, direttore scientifico dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, durante un incontro al Policlinico Gemelli di Roma. "È un progetto che ha la finalità di far circolare e mettere a sistema tutte le idee degli esperti nel settore della sanità perché siamo convinti che in questo periodo sia quanto mai importante potenziare la riflessione su una serie di temi che potrebbero mettere in difficoltà in futuro il sistema sanitario nazionale. Siamo convinti - sottolinea - che è un momento di transizione in cui ci sono una serie di nodi legati alla sostenibilità del sistema poiché la popolazione sta invecchiando sempre di più, sono in aumento le malattie croniche. Questo è un momento cruciale su cui abbiamo bisogno della mente di tutti". Secondo Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità e Direttore dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, l'Osservatorio nasce all'indomani della riforma per regionalizzare il Servizio Sanitario Nazionale ed è stato costituito per monitorare l'impatto della devoluzione sulle condizioni di salute nelle diverse Regioni. "In questi 15 anni abbiamo creato un network che coinvolge circa 230 esperti articolati in 21 sezioni regionali che si occupa di raccogliere dati regionali comparabili provenienti da diverse fonti ed elaborare e diffondere strumenti di sorveglianza della sanità pubblica. Oggi - prosegue Ricciardi - siamo ad una svolta: l'Osservatorio si rinnova attraverso il suo sito web (www.osservatoriosullasalute.it) per rendere fruibili a coloro che ne hanno la necessità tutti i dati raccolti, i propri archivi, le serie storiche per le analisi e le considerazioni utili a chi lavora nella salute. Vogliamo trasformare i nostri Rapporti da strumento scientifico per addetti ai lavori in una fonte di informazioni per tutti. Nel nuovo sito è infatti possibile consultare tutti i dati elaborati in questi anni senza alcun tipo di registrazione o password. La crescente complessità della realtà sociale ed economica che stiamo vivendo - aggiunge Ricciardi - rende necessarie attente valutazioni, l'ausilio di numerosi dati statistici e forti capacita di analisi in grado di orientare le scelte che considereranno il futuro della sanità pubblica e la sua sostenibilità. L'interesse riscosso e i riconoscimenti ricevuti in questi anni ci hanno quindi spinto ad avviare questa nuova fase finalizzata a potenziare e modernizzare gli strumenti di comunicazione, anche ampliando l'offerta di contenuti digitali con la realizzazione di focus, approfondimenti e commenti a notizie di attualità durante l'anno".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni