Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSanitàSalute, 2 milioni di italiani con dislessia, a ottobre prima giornata nazionale

Salute, 2 milioni di italiani con dislessia, a ottobre prima giornata nazionale In evidenza

Pubblicato in Sanità
17 Settembre 2016 di Giuseppe Picciano Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sette giorni per informare e sensibilizzare gli italiani sulla dislessia, che in Italia interessa circa 2 milioni di persone. L’Associazione italiana dislessia ha istituito la prima edizione della Settimana nazionale della dislessia, in programma dal 4 al 10 ottobre. Le 98 sezioni attive di Aid su tutto il territorio nazionale, in collaborazione con 300 enti pubblici e istituzioni scolastiche, organizzeranno in 92 città italiane stand informativi nelle piazze, corsi di formazione per i docenti e i genitori, spettacoli teatrali e laboratori didattici interattivi per i ragazzi. Saranno oltre 1.500 i volontari dell’Aid coinvolti nella promozione e nella realizzazione di questi eventi e 75mila le persone attese in totale in tutta la Penisola.

La prima edizione della Settimana nazionale della dislessia è stata indetta in concomitanza con l'European Dyslexia Awareness Week e il sesto anniversario della Legge 170 dell'8 ottobre 2010, che ha sancito in Italia il diritto alle pari opportunità nell'istruzione per i ragazzi con dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia.

"La nostra associazione - ricorda Franco Botticelli, presidente di Aid - nasce per cambiare in meglio la vita delle persone con dislessia e delle loro famiglie, affinché possano trovare pieno riconoscimento nella società. Abbiamo fortemente voluto l'istituzione in Italia della Settimana nazionale della dislessia, perché reputiamo necessario sensibilizzare il pubblico su un disturbo che è ancora per molti un tabù. La strada da percorrere è ancora lunga, bisogna accorciare i tempi di diagnosi, fare formazione agli insegnanti, incentivare la realizzazione e il rispetto dei Piani didattici personalizzati affinché migliaia di bambini e ragazzi in età scolare, oltre il 2% degli studenti della scuola italiana, possano accedere a una didattica più inclusiva, e avere maggiori opportunità di relazione, di crescita personale e professionale".

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni