Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaLa nuova peste e i nostri monatti

La nuova peste e i nostri monatti In evidenza

Pubblicato in Politica
04 Dicembre 2015 di Giampiero Catone Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

La cronaca, quasi sempre, ci offre elementi per la lettura della fase critica nella quale siamo immersi. 

L’ultimo episodio, riguarda un  trentenne, malato di AIDS, sieropositivo dal 2006, che non ha esitato, pur consapevole della sua condizione, a contattare via chat giovani donne e contagiarle così del suo terribile male.

Le vittime accertate sono sei, ma probabilmente ce ne sono altre, ignote per ora ai centri di cura, ma non al loro seduttore che ha ricercato la loro compagnia. 

La vicenda è emblematica – ci sembra – della deriva suicida di una società basata sull’ideologia del consumo e dello scarto e sull’individualismo cieco indifferente alle ragioni e alla sorte degli altri.

Siamo ben oltre i confini della stessa morale laica, per non dire di quella religiosa, della quale condivide, in linea di massima, il principio della sacralità della persona e della sua dignità e l’esigenza, che ne consegue, di non fare agli altri quello che non vorresti fatto a te. 

Per lo sventurato di Roma per quale rivive la sindrome distruttiva per se e per gli altri, degli appestati senza morale delle grandi epidemie, non c’è luce che lo riscaldi o idee che lo muovano o commuovano che non siano quelle di una disperata personale soddisfazione e del contagio, quale punizione per l'altro sesso. 

È una storia triste, c’è tutto il dramma di una generazione nella quale sia i genitori sia la scuola non hanno insegnato il senso del dovere e della responsabilità.

Come cristiani, non possiamo più sorvolare sul male oscuro che sta minando consistenza e futuro delle nostre comunità, ricercando anche nuovi modelli di presenza politica e di animazione sociale.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30