Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaL'Isis si rafforza in Libia, in Italia ci si accapiglia sulle candidature

L'Isis si rafforza in Libia, in Italia ci si accapiglia sulle candidature In evidenza

Pubblicato in Politica
01 Dicembre 2015 di Giampiero Catone Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'Isis si sta radicando in Libia, dinanzi alle nostre coste, che sono frontiere meridionali dell'Europa, ma nei partiti, che vivono una condizione di ottundimento verso qualunque novità se maturi all'esterno, ci si accapiglia e si discute sui nomi e sulle alleanze per le elezioni comunali di primavera.

Le sfide più importanti e significative riguardano grandi città, come Roma, Milano e Napoli, e una serie di comuni minori: in quasi tutte queste comunità si sta constatando l'asfissia esistenziale e creativa dei partiti che incapaci, almeno finora, ad esprimere candidature forti e autorevoli e dominati comunque da diverbi e polemiche sulle persone e, molto meno, sulle idee di cui dovrebbero essere portatrici.
È una bella gatta da pelare sia per i vertici del centro sinistra, sia del centro destra, dove si discute anche sul perimetro e le forme delle alleanze eventuali, se cioè debbano essere plurali e aperte quindi anche ai centristi del Ncd-Udc.
Nel Pd, Renzi intanto sta misurando la lontananza siderale fra i modelli politici e progettuali elaborati a Roma e il degrado di una periferia, dove generazioni di cacicchi e di politicanti dell'effimero si muovono senza riguardo per alcun principio che non sia quello del loro personale interesse.
Così, Roma, cadono come le foglie, nel Pd, candidature rispettabili ma elitarie, mentre si vaticina una discesa in campo di Bianca Berlinguer, la direttrice del Tg3, un cognome che riscalda cuori ed entusiasmi di quella base che non ha dimenticato l'esperienza del Pci.
A Napoli, Antonio Bassolini, già sindaco e presidente della regione, sta scompagnando, con la sua candidatura, ambizioni e giochi interni al partito, mentre, a Milano, non è risolto il dilemma tra la candidatura di Sala e quella indicata dal sindaco uscente Pisapia.
Siamo di fronte, insomma, a un panorama confuso e lattiginoso che speriamo possa essere presto dilatato, anche per affrontare meglio i nostri problemi di fondo, compreso quello della lotta al terrore. 

 

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30