Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaSi schiarisce l’orizzonte con l’Europa

Si schiarisce l’orizzonte con l’Europa In evidenza

Pubblicato in Politica
03 Dicembre 2018 di Antonio Falconio Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Si rafforzano le previsioni di un’intesa fra Commissione Europea e governo italiano sulla fisionomia e sugli assi portanti della nostra manovra finanziaria. Il tempo comunque stringe perché, secondo il ruolino di marcia, la commissione parlamentare competente, che ha già ricevuto dal governo più di 50 emendamenti possa esaminare il tutto e trasmettere il fascicolo all’esame dell’aula nella giornata di domani. Per quello che se ne sa, la nuova proposta del governo all’Ue prevederebbe l’abbassamento dell’indice di indebitamento dal 2,4 al 2 o 1,9 per cento; l’accentuazione della spesa per investimenti (si parla fra l’altro di un vasto piano di opere per il risanamento del territorio) e, di conseguenza, una qualche revisione degli importi originariamente destinati a due impegni prioritari per la maggioranza come le norme sulle pensioni e il reddito di cittadinanza, che verrebbe affidato ad una regolamentazione molto stringente. Si spera da parte della maggioranza che questo complesso di modifiche, che prevederebbe anche un forte sostegno a ricerca e innovazione, basti per consentire all’ala moderata della Commissione Ue di fronteggiare con successo le rigidità di molti paesi del Nord Europa; certo è che nei prossimi giorni i due dioscuri della coalizione dovranno compiere un’opera di convincimento su fasce del loro elettorato che si attendevano il tutto e subito. Compito non facile, questo, ma reso più complicato dalla intraprendenza di un’area di contestazione all’interno del M5S. Un’area che trae stimoli anche dalle voci su possibili nuovi orientamenti di una nuova maggioranza nel prossimo congresso del Pd, pronta, secondo le indiscrezioni, ad intavolare un discorso collaborativo con i pentastellati.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30