Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaIl nodo dell'economia

Il nodo dell'economia In evidenza

Pubblicato in Politica
14 Settembre 2018 di Antonio Falconio Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Diventa sempre più evidente come la fisionomia della politica economica del governo e degli atti legislativi nei quali sarà articolata costituiranno il banco di prova della solidità del rapporto fra il nostro Paese e le istituzioni europee. A testimoniarlo, l’infittirsi di dichiarazioni di vari esponenti della Commissione Europea, benché prossima alla scadenza, e un primo rilievo critico dello stesso Governatore della Banca Europea, Mario Draghi. Dichiarazioni, quelle rese nelle ultime 48 ore, cui hanno fatto fronte commenti e repliche puntute di esponenti dell’area di governo: una schermaglia che potrebbe però preludere ad una fase più distesa e costruttiva, e meno a rotture di fatto impraticabili. C’è da dire che alcune prese di posizione di esponenti della Commissione Europea sono apparse segnate da uno stato d’animo per lo meno supponente nei confronti del nostro Paese e che periodicamente si ripropone, reso più irritante dall’omissione di qualsiasi valutazione autocritica delle politiche promosse da Bruxelles. Sarebbe infine opportuno che, in casa nostra, si abbassino i toni di un confronto fra maggioranza e minoranza che appare sempre più prepolitico, irrispettoso delle varie figuri istituzionali e della dignità delle persone.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30