Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaRotondi: «Dai Cinquestelle squadrismo tecnologico, da me a Richetti tutti vittime della macchina dell’odio»

Rotondi: «Dai Cinquestelle squadrismo tecnologico, da me a Richetti tutti vittime della macchina dell’odio» In evidenza

Pubblicato in Politica
22 Febbraio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Per avere un’idea della logica squadrista dei Cinquestelle basta fare una prova: andate sul profilo di un qualsiasi politico avversario del M5S, e leggete un qualsiasi post con relativi commenti. Qualsiasi cosa dica il politico troverete una miriade di commenti inneggianti ai Cinquestelle conditi da insulti". Lo afferma in una nota il deputato di Forza Italia, Gianfranco Rotondi, che continua: "Inizialmente pensavo che fosse un trattamento riservato a me che ho sempre sfidato le tesi del movimento. Poi mi sono messo a studiare i post di un onesto collega del Pd, che ha lisciato il pelo agli argomenti dei Cinquestelle, Matteo Richetti: a un suo post, peraltro abbastanza banale - racconta Rotondi - sono seguiti ben 104 commenti tutti di insulto e propaganda pentastellata. Si tratta di una azione coordinata e organizzata che corrisponde pienamente al concetto di squadrismo e fascismo splendidamente trasferiti sulla rete. Non ci sono rimedi legislativi - conclude il deputato - per fermare questa inquietante macchina dell’odio che Grillo ha consapevolmente messo in moto facendo arretrare la civiltà politica italiana di molti decenni".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30