Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomePoliticaCentenari e legge elettorale

Centenari e legge elettorale In evidenza

Pubblicato in Politica
12 Ottobre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mentre alla Camera si è alle ultime battute per l’approvazione della nuova legge elettorale, una notizia che viene da Bologna segnala l’evoluzione taumaturgica del Pd a trazione renziana: almeno 70 militanti risultano ultracentenari.Sono, se autentici, vecchietti arzilli, nati fra il 1919 e il 1920, che partecipano alla vita del Partito non guardandosi più in cagnesco tra ex comunisti ed ex democristiani, e che hanno sfidato anche gli eventi atmosferici per votare nell’ultimo Congresso Provinciale del Partito.Sempre dalla maggioranza parlamentare, è venuta la singolare norma che consentirà ad italiani residenti in Patria dalla nascita di candidarsi nei collegi esteri, finora riservati ai connazionali che risiedono effettivamente in quei Paesi pur conservando la nostra cittadinanza.Fra i deputati, ai quali la fiducia posta dal governo sul provvedimento ha sottratto la possibilità, se l’avessero avuta, di esercitare l’antico mestiere del franco tiratore, resta questa tentazione per il voto segreto finale e fra i peones, serpeggia l’angoscia per il rischio di essere penalizzati, nelle elezioni politiche prossime, dai meccanismi previsti nella nuova legge.Una legge, va detto, che lascia intatto il potere decisionale dei gruppi dirigenti dei partiti nella formazione delle liste dei candidati e in una loro articolazione, che, secondo gli esperti ridurrà al massimo i rischi per i preferiti, mentre li eleverà in maniera esponenziale per coloro che non ne fanno parte. Una legge, quindi, che non esalta, ma comunque si presenta migliorativa sia rispetto al “Porcellum”, sia all’ipotizzata adozione dello stesso strumento, così come modificato strutturalmente dalla Corte Costituzionale che l’ha giudicato negativamente.La parola passa ora al Senato, dove è forse più ipotizzabile il rischio dei franchi tiratori, ma la differenza rispetto a votazioni analoghe sta nella larga maggioranza trasversale che lo sostiene, con grande soddisfazione dei patriarchi bolognesi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni