Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeLavoroVisualizza articoli per tag: assunzioni
Sabato, 24 Giugno 2017 05:00

Lavoro, primi 4 mesi assunzioni +17,5%

Nei primi quattro mesi del 2017, secondo i dati Inps, nel settore privato si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +559.000, superiore a quello del corrispondente periodo sia del 2016 (+390.000) che del 2015 (499.000). Il saldo annualizzato alla fine del primo quadrimestre del 2017 risulta positivo e pari a +490.000. Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+29.000), dei contratti di apprendistato (+47.000) e, soprattutto, dei contratti a tempo determinato (+415.000, inclusi i contratti stagionali e i contratti di somministrazione). Queste tendenze - secondo l'Inps - sono in linea con le dinamiche osservate nei mesi precedenti e attestano il proseguimento della fase di ripresa occupazionale. Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nei mesi di gennaio-aprile 2017 sono risultate 2.129.000, in aumento del 17,5% rispetto a gennaio-aprile 2016. Il maggior contributo è dato dalle assunzioni a tempo determinato (+30,6%) mentre sono diminuite quelle a tempo indeterminato (-4,5%). In particolare sono cresciute le assunzioni a tempo determinato nei comparti del commercio, turismo e ristorazione (+47,5%) e delle attività immobiliari (+43,6%). Negli stessi settori si osserva inoltre una crescita anche delle assunzioni in apprendistato (+46,9% nelle attività immobiliari e +35,8% nel commercio, turismo e ristorazione). Con riferimento ai rapporti di lavoro a tempo indeterminato, il numero complessivo dei licenziamenti risulta pari a 189.000, sostanzialmente stabile rispetto al dato di gennaio-aprile 2016 (-0,6%); così come stabili risultano le dimissioni (+0,4%). Il tasso di licenziamento (calcolato sull'occupazione a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti) è risultato per il primo quadrimestre 2017 pari a 1,8%, sostanzialmente in linea con quello degli anni precedenti (1,8% nel 2016; 1,7% nel 2015). Quanto alla composizione dei nuovi rapporti di lavoro in base alla retribuzione mensile, si registra, per le assunzioni a tempo indeterminato intervenute a gennaio-aprile 2017, una riduzione della quota di retribuzioni inferiori a 1.500 euro (33,6% contro 35,5% di gennaio-aprile 2016).
Pubblicato in Lavoro
Venerdì, 19 Maggio 2017 06:00

Lavoro, primi tre mesi assunzioni +9,6%

Nei primi tre mesi dell'anno nel settore privato, secondo i dati dell'Osservatorio sul precariato dell'Inps, si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni, pari a +322.000, superiore a quello del corrispondente periodo del 2016 (+266.000). Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato dei primi tre mesi del 2017 risulta positivo e pari a +379.000. Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+22.000), dei contratti di apprendistato (+40.000) e, soprattutto, dei contratti a tempo determinato (+315.000, inclusi i contratti stagionali). Queste tendenze sono in linea con le dinamiche osservate nei mesi precedenti. Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nei mesi di gennaio-marzo 2017 sono risultate 1.439.000: sono aumentate del 9,6% rispetto a gennaio-marzo 2016. Il maggior contributo è dovuto alle assunzioni di apprendisti (+29,5%) e a quelle a tempo determinato (+16,5%) mentre sono diminuite quelle a tempo indeterminato (-7,6%). In particolare sono cresciute le assunzioni a tempo determinato nei comparti del commercio, turismo e ristorazione (+28,3%) e delle costruzioni (+19,7%). Negli stessi settori si osserva inoltre una crescita anche delle assunzioni in apprendistato (+ 35,8% nel commercio, turismo e ristorazione, + 22,1% nelle costruzioni). Significativa anche la crescita dei contratti di somministrazione (+14,4%). Quanto alla composizione dei nuovi rapporti di lavoro in base alla retribuzione mensile, si registra, per le assunzioni a tempo indeterminato intervenute a gennaio-marzo 2017, una riduzione della quota di retribuzioni inferiori a 1.500 euro (32,7% contro 35,4% di gennaio-marzo 2016).
Pubblicato in Lavoro

Dal 16 febbraio al 16 marzo sarà possibile candidarsi alle selezioni per 90 posti di lavoro presso la Ge Oil e Gas. Lo rendono noto la sede italiana della divisione della General Electric e la Regione Toscana, in seguito al buon esito di un accordo annunciato nei mesi scorsi.

Il 16 febbraio, dunque, verranno le candidature per le 90 risorse che saranno impegnate in due percorsi specifici di formazione, che prenderanno il via verso la metà del 2016. Il primo percorso, si legge in una nota congiunta, sarà finalizzato alla formazione di 32 allievi che otterranno la qualifica di responsabile della gestione di progetti complessi nel settore delle costruzioni e saranno poi inseriti con ruolo di supervisori nel settore impiantistico e manifatturiero, sia all'interno dell'organico di Ge Oil e Gas, prevalentemente nel sito di Avenza, sia presso aziende dell'indotto. Il secondo percorso, quello di Operator, coinvolgerà altre 58 persone in cerca di occupazione che saranno formate come addetti di impiantistica industriale, quindi ad esempio saldatori, carpentieri, tubisti e meccanici, e saranno poi anche queste assunte, sempre prevalentemente nel sito di Avenza, da Ge Oil e Gas o da aziende partner.

Sarà la Regione a finanziare 6 mesi di corso di formazione da 900 ore ai 90 che passeranno le selezioni. Poi, il progetto che ha un valore totale di 1,5 milioni di euro, sarà co-finanziato per il 50% da Regione Toscana e per la restante parte da Ge Oil e Gas e da altre aziende dell'indotto. Hanno partecipato alla redazione del progetto e sono ora coinvolte nella sua realizzazione pratica e nella fase di selezione anche la Oma S.p.A. e due Agenzie Formative accreditate, la Cosefi e la Scuola Superiore di Tecnologie Industriali. “Progetti come questo sono vincenti per noi e per il territorio in cui operiamo - ha dichiarato Massimo Messeri, presidente di Nuovo Pignone. L'azienda si arricchirà delle competenze e dell’entusiasmo di nuove risorse, il territorio vedrà consolidarsi sempre di più la nostra presenza. Il cantiere di Avenza rappresenta un'eccellenza nel panorama globale dell'industria dell'oil and gas e questo progetto formativo rappresenta un’ulteriore opportunità concreta di crescita per l'area apuana e la Toscana in generale”. Sarà possibile candidarsi esclusivamente on line. Tutte le informazioni saranno pubblicate a partire da martedì 16 febbraio sul sito web ssti.it.

 

Pubblicato in Lavoro
Domenica, 02 Agosto 2015 09:45

Nel 1°semestre 253. 500 nuove assunzioni

Secondo un’elaborazione dell’Ufficio studi della CGIA, sarebbero poco più di 253.500 le nuove assunzioni non stagionali previste in questi primi 6 mesi del 2015 nei settori dell’industria e dei servizi privati. Si tratta di un aumento del 25,6% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato 

Pubblicato in Economia
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni