Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeLavoroVisualizza articoli per tag: Movimento Consumatori
Roma, 11 ottobre 2018 – Movimento Consumatori e CISAL (Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori) hanno sottoscritto una prima manifestazione di intenti per iniziare un percorso di convergenza, con obiettivi comuni che siano di beneficio ai consumatori e ai lavoratori e per estendere i rispettivi servizi a tutti gli aderenti alle due organizzazioni.“Il positivo rapporto con il Movimento - commenta Francesco Cavallaro, Segretario Generale CISAL - rientra nelle logiche CISAL, che consistono nell’abbinare servizi concreti e scelte di politica sindacale nell’interesse del Lavoratore. In questa occasione in particolare, l’interesse convergente è di estrema rilevanza e apre la strada a ulteriori sviluppi e iniziative. La tutela di lavoratori, consumatori e utenti segna così un momento nuovo e importante all’interno della rosa di beni e servizi che la CISAL mette a disposizione dei propri associati”.“Dobbiamo cambiare paradigma - afferma Alessandro Mostaccio segretario generale del Movimento Consumatori - smettendola di pensare ai cittadini talvolta come consumatori altre volte come lavoratori, la persona è una, senza reddito non si consuma. Riteniamo quindi strategica la collaborazione con un grande sindacato come la CISAL per ottenere maggiori risultati sia nella diffusione di un modello di consumo sempre più sostenibile e equo, in cui il lavoratore, anche consumatore, possa influenzare il mercato con le proprie scelte di consumo, sia per la crescita della consapevolezza nei lavoratori stessi dei propri specifici diritti come cittadini-consumatori, offrendo loro anche la possibilità di azionarli in maniera semplice ed accessibile”.Su queste basi, concordano Francesco Cavallaro e Alessandro Mostaccio, c’è l'impegno ad approfondire tutte le sinergie realizzabili da inserire in un vero e proprio protocollo di intesa atto ad applicare operativamente gli intenti condivisi e ad istituire un tavolo di confronto permanente sui grandi temi che impattano sui cittadini, sia come lavoratori sia come consumatori.
Pubblicato in Lavoro

E' stato un congresso di programmazione, quello celebrato di recente, il decimo, da Movimento Consumatori, l'associazione nata nel 1985 per iniziativa di un gruppo di cittadini e di esperti, sollecitati dall’esigenza di tutelare i diritti dei consumatori. Nel corso del Congresso, Gustavo Ghidini, già presidente onorario e fondatore dell’associazione, è stato eletto presidente. “Abbiamo condiviso l'esigenza di concentrarci sulla tutela del consumatore a tutto campo, con progetti di cambiamento economico, sociale e culturale”, ha detto Alessandro Mostaccio, confermato segretario generale di Mc.

Dunque, una nuova sfida?

La sfida per il consumerismo di oggi consiste nel prendere atto della profonda iniquità della società attuale fondata su diseguaglianze sempre più profonde, coordinare e amplificare le urgenti richieste di un complessivo ripensamento del ruolo delle istituzioni nazionali e sovranazionali nell’economia, riprendendo quel percorso, interrotto a inizio anni ’90, che le vedeva se non proprio regolatori di un’economia che puntava al pieno riconoscimento dei diritti economici di cittadinanza sanciti nella Dichiarazione universale dei diritti umani, almeno capaci di impedire che l’attività economica si svolgesse in contrasto con l’utilità sociale o in modo da arrecare danno alla sicurezza, alla libertà e alla dignità umana.

In che modo intendete operare?

Ci deve essere la volontà di incidere sui processi economici e sociali profondi. Mc intende ragionare con schemi nuovi che contribuiscano a rimettere al centro dell’economia e della società le persone. Per raggiungere questi obiettivi è necessario che l’associazione alzi lo sguardo verso nuovi orizzonti e apra le sue porte, incentivando la partecipazione della collettività e facendo rete. Per portare avanti questo progetto e proiettarsi nella crescita associativa e sociale, Movimento Consumatori ha rinnovato il suo statuto, ha definito nuovi ruoli e nuove regole, garantendo però alla struttura associativa una continuità necessaria in una fase sociale, politica e economica delicata come quella che il nostro Paese sta attraversando.

 

Pubblicato in Società
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30