Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeLavoroCisl: «Più partecipazione contro distorsioni globalizzazione»

Cisl: «Più partecipazione contro distorsioni globalizzazione» In evidenza

Pubblicato in Lavoro
25 Ottobre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
La Settimana sociale puo' "dare la spinta giusta" al dibattito sul lavoro in Italia. Parola di Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl, che alla vigilia dell'appuntamento di Cagliari - al quale partecipera' - in un'intervista al Sir spiega che "la partecipazione, come ha detto Papa Francesco, e' la strada per rimettere al centro il lavoro dell'uomo, attraverso una contrattazione moderna, innovativa, con una politica coraggiosa che sappia costruire un contesto istituzionale, sociale e fiscale funzionale agli investimenti e ad una economia basata sulla collaborazione e non sulla speculazione, sulla qualita' e non sullo sfruttamento". "La Cisl - sottolinea - e' sempre stata convinta che il fondamentale riconoscimento giuridico della liberta' e della dignita' della persona trovi nella partecipazione il suo vero presidio, il suo vero punto di non ritorno. Lo strumento della partecipazione e' la base e la garanzia di una vera democrazia, il modello economico vincente per poter contrastare le distorsioni della globalizzazione della produzione, dei mercati, della societa'. Per competere anche il nostro Paese deve elevare la qualita' complessiva dei prodotti e dei servizi. Per questo bisogna riconoscere ai lavoratori un eguale protagonismo nelle scelte generali e particolari. La nostra battaglia per ottenere relazioni sindacali sempre piu' partecipate mira a questo risultato. Non solo puntiamo con i contratti ad individuare le adeguate procedure di decisione sui processi produttivi o sui servizi, ma intendiamo garantire la partecipazione dei lavoratori nei luoghi alti delle decisione imprenditoriale". "Questa e' la nostra impostazione di fondo, la strada anche per legare il salario al risultato d'impresa, governando insieme la sfida della digitalizzazione e delle aziende 4.0, investendo sul capitale umano, sulla formazione, sul protagonismo dei lavoratori", conclude Furlan.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni