Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeLavoro

A maggio +184mila contratti, più indeterminati rispetto a 2014

Pubblicato in Lavoro
Scritto da Ettore Di Bartolomeo il Venerdì, 10 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Nel mese di Maggio 2015 il numero di attivazioni di nuovi contratti di lavoro in tutti i settori di attività economica è stato pari a 934.258. Di queste, 179.643 (circa il 19%), sono contratti a tempo indeterminato, 643.032 sono contratti a tempo determinato, 19.728 sono contratti di apprendistato, 36.376 sono collaborazioni e 55.479 sono le forme di lavoro classificate nella voce “Altro”.Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato {akeebasubs *} Lo comunica il ministero del Lavoro. Nel mese di Maggio…

Imprese, Istat: Nel 2013 aumentano le nuove ma anche le chiusure

Pubblicato in Lavoro
Scritto da Antonio Marvasi il Giovedì, 09 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sono oltre 276 mila le imprese nate nel 2013, circa 1.100 unità in più rispetto all’anno precedente. Il tasso di natalità si attesta al 7,1%, in lieve crescita rispetto all’anno precedente (7,0%). Mentre nello stesso anno oltre 333 mila imprese hanno cessato la loro attività. Il tasso di mortalità totale è in crescita rispetto ai dodici mesi precedenti (dall’8,1 all’8,5%). Per il sesto anno consecutivo il saldo tra nascite e cessazioni (tasso netto di turnover) risulta dunque negativo e pari a -1,5%, (-1,1% del 2012). E’ quanto rende noto l’Istat nelle’manlisi sulal demografia d’impresa nel 2013. Nel dettaglio dei comparti,…

Inail: presentata a Montecitorio la relazione annuale del 2014

Pubblicato in Lavoro
Scritto da Elisa Angelini il Giovedì, 09 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Presentati oggi a Montecitorio i dati Inail sull'andamento degli infortuni e delle malattie professionali insieme ai dati di bilancio di sintesi. Illustrate anche le innovazioni nella politica degli investimenti, la gestione dei programmi ad alta tecnologia e le nuove prospettive di riorganizzazione in tema di ricerca. Calano gli infortuni sul lavoro (663mila nel 2014, il 4,6% in meno di quelle del 2013) e i casi mortali (1.107 nel 2014 rispetto alle 1.215 del 2013). Per poter meglio calcolare l'indice di sinistrosità, ovvero il numero di infortuni normalizzato con il periodo di esposizione al rischio, sono stati censiti, in via sperimentale,…

Italia, 42,7% di ragazzi senza lavoro

Pubblicato in Lavoro
Scritto da Ettore Di Bartolomeo il Giovedì, 09 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
La disoccupazione giovanile in Italia nel 2014 è aumentata di 2,7 punti rispetto al 2013, arrivando a 42,7%. Lo riferisce l'Ocse. La percentuale è più che raddoppiata dal 2007, quando si fermava al 20,4%. «Più di una persona su 4 di età uguale o inferiore ai 29 anni in Italia non è né occupata né cerca lavoro", percentuale che "si è impennata del 40% dall'inizio della crisi, aprendo un ampio divario con la media Ocse».

Agcom: ricavi media in calo

Pubblicato in Lavoro
Scritto da Francesca Romana Falconio il Martedì, 07 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Battuta d'arresto nel settore dei media, che tra il 2013 e il 2014 registra un calo del fatturato del 3,2%, passando da 14,8 miliardi a 14,3. Lo afferma l'Agcom nella "Relazione annuale". La tv mantiene la porzione maggiore (8,5 miliardi), ma perde l'1,5%. In calo anche l'editoria: da 4,6 miliardi a 4,1 (-10,7%). Cresce Internet da 1,4 miliardi a 1,6 (+10%). Sky resta regina dei ricavi nel 2014, Mediaset si riprende il secondo posto superando Rai.
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30