Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaVisualizza articoli per tag: alimentare
Venerdì, 14 Aprile 2017 06:00

Nuovi strumenti contro spreco alimentare

“Ridurre i prezzi dei prodotti in scadenza e IVA zero per le donazioni di cibo, quali strumenti di lotta allo spreco alimentare”. Lo afferma Giovanni La Via, dopo l’approvazione di una risoluzione di iniziativa della Commssione ENVI (Ambiente, Sanità pubblica, Sicurezza Alimentare), in vista dell’ultimo passaggio in sessione plenaria a maggio, contro la lotta al cosiddetto “Food waste”, parte del più ampio pacchetto dell’economia circolare. Ogni anno nell’UE vengono, infatti, sprecati circa 88 milioni di tonnellate di alimenti, con un costo per l’ambiente di circa 170 milioni di tonnellate di CO2 e un consumo di 261 milioni di tonnellate di risorse naturali. “E’ necessario agire anche sul lato della produzione del settore agro-alimentare – spiega l’eurodeputato - al fine di contenere le eccedenze alimentari, sebbene un livello minimo sia un fattore fisiologico dell’intera catena, causato anche da fattori esterni non controllabili. Diventa centrale nella relazione della Commissione ENVI la fase della donazione, che secondo La Via “rappresenta un importante strumento per evitare che le eccedenze si trasformino in rifiuto. Per questo motivo abbiamo richiesto alla Commissione europea di rivedere la Direttiva sull’IVA per ottenere un’esenzione o un costo quasi zero in caso di donazioni di prodotti alimentari”.
Pubblicato in Europa
Venerdì, 11 Marzo 2016 11:42

La Ue spinge per un’alimentazione sana

Una dieta sana e bilanciata è il fondamento di una buona salute, ma il consumo di frutta, verdura e latte è in calo in tutta l’Ue. Questo è il motivo per cui è di fondamentale importanza rafforzare il programma di frutta, verdura e latte nelle scuole, incrementandone il bilancio e incentrandolo maggiormente sull’educazione alimentare”. In settimana è stato approvato dal Parlamento europeo un progetto che accorpa i diversi programmi europei scolastici su latte e sui prodotti ortofrutticoli, e ne aumenta gli stanziamenti di 20 milioni di euro, portando il totale a 250 milioni di euro, per finanziare la distribuzione di prodotti lattiero-caseari e attuare nuove misure educative.

“Gli Stati membri, che partecipano volontariamente a questo programma di aiuto – si legge in una nota della Ue - dovranno fare di più per promuovere abitudini alimentari sane, l’agricoltura biologica, le filiere alimentari locali e la lotta contro gli sprechi alimentari. Sono previste misure educative di accompagnamento per riavvicinare i bambini all'agricoltura, come una visita a una fattoria, e la distribuzione di una più ampia gamma di prodotti agricoli”. È stato anche modificato l’elenco dei prodotti che possono beneficiare dei finanziamenti, al fine di garantire: “la priorità ai prodotti freschi e locali – specifica la nota -, a discapito di quelli trasformati come zuppe, composti, succhi di frutta, yogurt e formaggio. Quest’ultimo potrà essere distribuito solamente in aggiunta a frutta fresca, verdura e latte, oppure a latte senza lattosio”. “La distribuzione di prodotti contenenti basse quantità di sale, zucchero e grasso – si legge infine - riceverà finanziamenti comunitari solo in casi eccezionali e sarà soggetta a severi controlli e all'approvazione delle autorità sanitarie nazionali”.

 

Pubblicato in Sanità

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni