Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaBrexit, via libera per fase due, ma Italia non farà regali

Brexit, via libera per fase due, ma Italia non farà regali In evidenza

Pubblicato in Europa
16 Dicembre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Il Consiglio europeo ha deciso poco fa di approvare l'intesa fra la Commissione e il governo britannico, che di fatto avvia una seconda fase del processo di separazione del Regno Unito dall'Ue, che si concludera' il 29 marzo 2019". Cosi' il premier Paolo GENTILONI, in conferenza stampa al termine del Consiglio Ue. "E' un'intesa abbastanza consistente, non una stretta di mano, un documento che affronta moltissime questioni e tuttavia credo che nessuno si nasconda il fatto che la seconda fase che inizia adesso sara' molto complicata. Barnier fara' le proposte di prime linee guida per la seconda fase gia' mercoledi' alla Commissione, gli uffici di Presidenza del Consiglio le valuteranno prima di Natale e poi ne parlera' in modo ufficiale il Consiglio Europeo a marzo adottando delle linee guida. Oltre alle prime tre grandi questioni che sono state alla base della prima fase e che ci hanno consentito di dire 'ok, andiamo alla seconda fase', ora sara' molto complicata tutta la discussione. Credo - ha aggiunto - che sia apprezzabile la buona volonta' del governo britannico e quindi c'e' una buona possibilita' di portare a buon fine questo negoziato. Un tema da discutere da qui a fine marzo riguarda la durata e le caratteristiche della fase di transizione che viene immaginata, anche da parte britannica, come tale. Sara' il Consiglio Ue di marzo a decidere, ma la fase di transizione non sara' un regalo alla controparte. Sara' una fase, piu' o meno lunga, dopo il 30 marzo 2019, nel corso della quale inevitabilmente il Regno Unito sara' in una sorta di situazione norvegese: avra' piu' o meno le caratteristiche, gli obblighi e i costi che riguardano un paese membro, ma senza essere nella 'stanza dei bottoni', nelle sedi decisionali", ha concluso.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni