Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaUe, Tajani: «Più infrastrutture per l'export agroalimentare»

Ue, Tajani: «Più infrastrutture per l'export agroalimentare» In evidenza

Pubblicato in Europa
12 Ottobre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Le immagini spettacolari dell'eruzione dell'Etna da un grande schermo e, tra due ali di splendide fotografie del vulcano, assaggi di cioccolato di Modica, nocciole, pistacchi, mandorle, olive, pomodori pachino, formaggi, Malvasia. E nell'aria, oltre ai profumi, apprezzamenti in francesce, tedesco, inglese, polacco, romeno. Un pezzo di Sicilia si e' spostato ieri al Parlamento europeo. Obiettivo: "Sottolineare la necessita' che le politiche agricole europee prestino maggiore attenzione alle diverse tipicita' regionali, che devono avere un posto d'onore nelle politiche commerciali dell'Unione europea", spiega Michela Giuffrida, eurodeputata Pd, siciliana, anima dell'iniziativa. Oltre mille persone, con i saluti del presidente del Parlamento europeo Antonio TAJANI, del vicepresidente della commissione Agricoltura Paolo De Castro e del capogruppo di Socialisti e democratici Gianni Pittella. Una folta delegazione di sindaci. Mentre 750 parlamentari europei hanno ricevuto, assieme all'invito, una tavoletta di cioccolato di Modica in edizione speciale per l'evento. "Sicilia - ha ricordato Giuffrida - e' gia' di per se' un brand conosciuto in tutto il mondo, sinonimo di qualita' e bonta', la cui domanda sui mercati e' in crescita esponenziale" ma e' necessario che "le politiche europee di qualita', e nella fattispecie marchi come Dop e Igp, siano realmente strumenti in grado di fornire valore aggiunto a prodotti che gia' godono del felice accostamento tra identita' territoriale ed eccellenza agroalimentare".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni