Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaDal Parlamento Ue via libera a procura europea anti-frodi

Dal Parlamento Ue via libera a procura europea anti-frodi In evidenza

Pubblicato in Europa
09 Ottobre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Parlamento Europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato la creazione di una Procura europea anti-frodi. Attualmente, solo le autorita' nazionali possono indagare e perseguire le frodi connesse al bilancio dell'UE, come l'uso improprio dei fondi strutturali o le frodi transfrontaliere relative all'IVA, ma la loro giurisdizione e' limitata alle frontiere nazionali. La Procura europea (European Public Prosecutor's Office - EPPO) consentira' lo scambio rapido di informazioni, il coordinamento delle indagini di polizia, il congelamento e sequestro dei beni, nonche' l'arresto transfrontaliero degli indagati. Inoltre, lavorera' in stretta collaborazione con Eurojust, l'Agenzia dell'UE per la giustizia penale, e con l'OLAF, l'Ufficio europeo per la lotta antifrode, per garantire un maggiore successo delle azioni penali e un recupero efficace delle somme truffate. La risoluzione e' stata approvata con 456 voti favorevoli, 115 contrari e 60 astensioni. "Grazie all'EPPO, che riunira' il lavoro dei pubblici ministeri nazionali sotto un unico organo europeo, si affronteranno le carenze delle indagini nazionali non coordinate sull'uso improprio dei fondi UE. Si spera che la portata dei poteri dell'EPPO potra' includere nel prossimo futuro anche i reati transfrontalieri come terrorismo e tratta di esseri umani", ha dichiarato la relatrice Barbara Matera

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni