Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropa

Gentiloni: «Ridiscutere patto stabilità» In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Redazione il Mercoledì, 12 Aprile 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)
"La crescita nell'Ue va accompagnata, sostenuta, accelerata con investimenti, politiche per l'occupazione e una discussione fondamentale sul patto di stabilità e le sue regole, in particolare per un aggiustamento strutturale del patto di stabilità". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a Madrid dopo il vertice Euromed. "E' l'interesse dell'insieme dell'Unione Europea arrivare a un contesto in cui a dei numeri finalmente positivi corrispondano dei successi sul piano sociale, che riconcilino i cittadini con l'Unione Europea, non è l'interesse di questo o quel Paese", ha sottolineato Gentiloni.

Siria: Tajani: «Europa lavori per fermare i venti di guerra» In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Redazione il Domenica, 09 Aprile 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, a margine della sua visita istituzionale a Cagliari, ha espresso la propria opinione sui recenti episodi bellici in Siria che stanno mettendo a dura prova gli equilibri geopolitici del pianeta. "Quello che è accaduto è accaduto, l'attacco con le armi chimiche andava al di là della linea rossa e del tollerabile. C'è una posizione molto chiara da parte delle Nazioni Unite in proposito, poi, una volta individuati, i responsabili dovranno essere processati come criminali di guerra al tribunale dell'Aia. "Come Europa - ha continuato Tajani - dobbiamo svolgere un ruolo importante, bloccare l'escalation,…

Siria, Juncker: «Solo transizione politica può portare a pace» In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Redazione il Sabato, 08 Aprile 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)
“C’è una differenza sostanziale tra raid aerei su obiettivi militari e l’utilizzo di armi chimiche contro la popolazione civile”. È il commento del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker in merito al lancio di missili americani contro la base aerea dalla quale sarebbe partito l’attacco chimico dell’esercito siriano a Idlib. Il presidente Juncker, si legge in una nota della Commissione europea, “comprende lo sforzo per prevenire ulteriori attacchi”. “Solo una transizione politica può portare alla fine della spirale di violenze e ad una pace duratura”, continua la nota. I portavoce della Commissione europea hanno non hanno tuttavia risposto alla chiara…

Dijsselbloem: «Non volevo offendere Sud Europa» In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Redazione il Mercoledì, 05 Aprile 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Nella mia intervista ho sottolineato l'importanza della solidarietà e della reciprocità nell'Unione Europea. Un quadro normativo condiviso è cruciale per la fiducia nell'Eurozona, sia da parte del mondo esterno che tra gli Stati membri, e per la solidarietà tra gli stati membri, cui attribuisco molto valore, è fondamentale che tutti mostriamo impegno e responsabilità». Lo afferma il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, in una lettera agli europarlamentari in merito alle polemiche sulle sue dichiarazioni dei giorni scorsi alla Frankfurter Allgemeine Zeitung.«Nei giorni successivi alla pubblicazione dell'intervista le mie parole sono state collegate alla situazione dei paesi del Sud Europa durante gli…

Brexit, Tusk: «Prima si negozia uscita e poi il resto» In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Redazione il Domenica, 02 Aprile 2017
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'Unione Europea detta le condizioni per un accordo sulle future relazioni con il Regno Unito, una volta che Londra sarà uscita del tutto dal club a dodici stelle. Niente negoziati in parallelo, niente doppio standard: prima si negozia l'uscita e poi il resto. È la linea segnata dal presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, nella bozze di linee guida fatte recapitare a leader dei Ventisette. Nessuna concessione verrà offerta all'ormai ex-partner, membro Ue finché non sarà completata l'uscita. Non si parlerà delle nuove relazioni euro-britanniche se prima non saranno affrontati e risolti quelli che Tusk ha individuato come quattro nodi…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni