Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropa
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Commercio illegale di reperti artistici e archeologici sarebbe la seconda fonte di finanziamento, delle attività dei gruppi dell´ISIS, dopo il petrolio. E’ quanto ha dichiarato la Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo Silvia Costa, promotrice della Risoluzione sulla distruzione del patrimonio culturale in Siria e Iraq, al voto oggi a Strasburgo. La risoluzione chiede l´estensione della categoria di crimine contro l'umanità agli attacchi contro il patrimonio culturale, e invita l´Alto Commissario Mogherini ad intraprendere presso il Consiglio di Sicurezza dell´ONU “tutte le azioni necessarie per porre fine al commercio illegale di reperti storici e artistici, utilizzato…

Al via l'Expo: allerta sul fronte sicurezza

Pubblicato in Europa
Scritto da Ettore Di Bartolomeo il Giovedì, 30 Aprile 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Conto alla rovescia per l’apertura di Expo 2015. Da domani primo maggio e fino al prossimo ottobre per sei mesi si accendono i riflettori sull’esposizione universale di Milano e il suo tema “Nutrire il Pianeta”. Massima attenzione sul fronte sicurezza. In vista dell’inaugurazione dell'evento resta alta la tensione. Si valutano le minacce e le strategie da adottare. I pericoli potrebbero arrivare dalla galassia antagonista e dai rinforzi arrivati dall'estero. Digos e polizia hanno sequestrato martedì mazze e bombe molotov in un quartiere di Milano e sono stati espulsi 12 antagonisti francesi denunciati. Sui blitz è intervenuto anche il ministro dell'Interno,…

UE: 3 milioni di euro per le vittime del terremoto in Nepal

Pubblicato in Europa
Scritto da Francesca Romana Falconio il Lunedì, 27 Aprile 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
La Commissione europea ha mobilitato 3 milioni di euro in aiuti umanitari di emergenza per il Nepal colpito dal terremoto. Gli aiuti, che si aggiungono all'assistenza offerta da singoli stati dell'UE, sono volti a rispondere ai bisogni più urgenti nelle zone più colpite, in particolare l'acqua pulita, medicine, riparo di emergenza ed infrastrutture per le telecomunicazioni. «Ho mobilitato tutti i nostri mezzi per gli interventi di emergenza per aiutare i sopravvissuti e le autorità colpiti dalla tragedia. Quello che serve maggiormente sono squadre mediche e generi di soccorso. Faccio appello a tutti gli Stati membri dell'UE ad unirsi nella risposta…
Vota questo articolo
(0 Voti)
Insieme all’ eccesso di velocità, ai semafori “bruciati” e al mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, l’alcol è tra le prime cause di incidenti stradali nell’UE (75%). Allo scopo di migliorare la sicurezza stradale nell’unione, la Commissione europea ha introdotto oggi nuove regole UE sull’uso del cosiddetto “etilometro interlock” nelle auto. Il sistema dell’etilomentro “interloock” consente di inibire l’avviamento di un veicolo nel caso in cui il tasso alcolico del guidatore superi la soglia permessa. Le nuove norme mirano a facilitare l’applicazione del dispositivo negli Stati membri. In diversi Stati membri chi viene fermato per “guida in stato di ebbrezza”…

Grecia, proseguono negoziati sul debito In evidenza

Pubblicato in Europa
Scritto da Bruno Poggi il Lunedì, 27 Aprile 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Doppio appuntamento in settimana per il governo di Atene e i tecnici delle istituzioni europee e del Fondo monetario internazionale, il cosiddetto Brussels Group. Stasera una conference call fra le parti che precede - secondo quanto riporta l’agenzia “Bloomberg” - l’incontro di mercoledì per trovare una soluzione ai negoziati in corso sul debito. Intanto l’aria è stata surriscaldata ieri da un tweet del ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, che ha voluto rispondere alle accuse a lui rivolte dopo la riunione degli omologhi Ue a Riga. Varoufakis, citando il presidente americano Franklin Delano Roosevelt, a chi lo ha definito “incompetente,…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30