Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEsteriSiria, la pace impossibile

Siria, la pace impossibile In evidenza

Pubblicato in Esteri
24 Luglio 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Gli Stati Uniti vogliono una soluzione politica per il conflitto in Siria ma non insisteranno per un'uscita di scena del presidente Bashar al Assad, pur sapendo che lasciarlo al comando non offre le migliori speranze per la pace nel Paese. Una strategia che emerge all'indomani della notizia, riferita dal Washington Post, secondo cui il presidente Trump ha deciso di sospendere il programma della Cia volto ad armare e addestrare ribelli moderati siriani che si oppongono al regime di Assad. Intanto le forze di "Siria Democatica" (SDF), un'alleanza curdo-araba siriana sostenuta da Washington, "hanno liberato il 30% di Raqqa", 'capitale' dello Stato Islamico (Isis) nel nord della Siria. La vera posta in gioco, pero', non e' rappresentata dalla vittoria sul cosiddetto "Califfato Islamico". Il conflitto non riguarda un piccolo gruppo di "folli di Dio" e non e' veramente alimentato da poche migliaia di giovani immigrati di seconda generazione non perfettamente integrati in Europa (i foreign fighhters), ma e' il frutto di uno scontro di vasta portata in cui importanti Paesi aspirano a spartirsi il territorio siriano.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni