Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEsteriMinistro Esteri: «Serve Ue a cerchi concentrici»

Ministro Esteri: «Serve Ue a cerchi concentrici» In evidenza

Pubblicato in Esteri
06 Febbraio 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Sono sorpreso che tanto scalpore abbiano suscitato le recenti dichiarazioni della cancelliera tedesca Angela Merkel, sull’Europa a due velocità. In Europa, le diverse velocità, i cerchi concentrici e la differenziazione nelle diverse accezioni, sono già una realtà. Il tema, quindi, non è 'se', ma come e in quali tempi fare i conti con questa realtà". Lo scrive il ministro degli Esteri Angelino Alfano in una lettera al Corriere della Sera. "Dei ventotto Stati membri dell’Unione Europea, solo diciannove adottano l’euro - prosegue Alfano -. La libera circolazione nell’area Schengen riguarda solo ventisei Paesi europei, di cui ventidue della Ue e quattro associati. Quanto alla difesa e sicurezza comune, ventotto Stati aderiscono alla Nato (di cui ventisei europei), mentre cinquantasette Paesi partecipano all’Osce e quarantasette al Consiglio d’Europa. Chi si è concentrato solo sull’Unione in questi anni, ha forse guardato solo a una parte della realtà. È da questa intera realtà che dobbiamo partire per conservare e rilanciare il progetto europeo".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30