Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEsteri

Isis, due arresti in Australia: stavano pianificando un attacco terroristico In evidenza

Pubblicato in Esteri
Scritto da Elisa Angelini il Mercoledì, 11 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'Isis era pronta a colpire in Australia. Arrestati a Sydney due uomini che stavano pianificando un atto terroristico. Gli inquirenti hanno riferito: «Il tipo di azione che volevano perpetrare è in linea con i messaggi dell’Isis». I due terroristi sono stati identificati: Omar Al-Kutobi, 24 anni, e Mohammad Kiad, 26. Nella loro abitazione, i poliziotti avrebbero trovato un coltello, un machete, una bandiera dell'Isis ed un video in cui si annunciava l'attacco, previsto per martedì. Catherine Burn, vicecommissario della polizia del Nuovo Galles del Sud ha spiegato. «Non erano sotto controllo. Noi comunque siamo pronti, decisi e più che mai…

Chiudono le ambasciate Usa e Uk in Yemen

Pubblicato in Esteri
Scritto da Antonio Marvasi il Mercoledì, 11 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Gli Stati Uniti chiudono l'ambasciata in Yemen facendo evacuare il personale diplomatico e i loro familiari. Lo ha comunicato il Dipartimento di Stato Usa adducendo ragioni di sicurezza. "A causa del deterioramento delle condizioni di sicurezza a Sana'a - si legge nella nota -, il Dipartimento di Stato ha sospeso l'11 febbraio 2015 le attività e il personale è stato trasferito fuori dal paese. Tutti i servizi consolari sono stati sospesi fino a nuovo ordine". Al tempo stesso Washington ha diramato un avviso di viaggio nel quale si sottolinea "un livello di minaccia elevato a causa delle attività terroristiche". Chi…

Emergenza ebola finita: i militari Usa lasciano l'Africa

Pubblicato in Esteri
Scritto da Antonio Marvasi il Mercoledì, 11 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Missione finita. Gli Usa hanno iniziato a ritirare i militari impegnati nella lotta contro l'Ebola in Africa occidentale. Una decisione figlia del "successo" della missione, ha spiegato un portavoce del Pentagono segnalando che il ritiro completo dei 2.800 militari presenti si produrrà ad aprile. Anche a febbraio si è infranta la barriera dei novemila morti, l'Organizzazione mondiale della Sanità ha avvertito che l'epidemia è sostanzialmente sotto controllo in Liberia, il paese in cui il fenomeno è esploso. Una prima tranche di soldati, 1.500 unità, ha già lasciato il continente. Il contingente, dispiegato soprattutto in Liberia ma anche in Senegal ha…

Felipe VI di Spagna si riduce lo stipendio

Pubblicato in Esteri
Scritto da Antonio Bifano il Mercoledì, 11 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Felipe VI si riduce lo stipendio. Il re di Spagna, rende noto la Casa Real, ha licenziato il primo bilancio da quando è sul trono con una riduzione del salario del 20 per cento rispetto al suo predecessore, Juan Carlos I. Il monarca percepirà 234.204 euro lordi (una cifra comprensiva delle spese di rappresentanza) mentre la consorte, la regina Letizia guadagnerà 128.808 euro. Il capo di Stato ha anche sforbiciato gli emolumenti del padre, che nel 2015 intascherà 187.356 euro, l'80 per cento di quanto guadagnava quando era sul trono. La madre del re, Sofia potrà contare su 105.396 euro.…

Usa chiama Mosca: "Fermatevi". Putin: Escalation se Usa intervengono In evidenza

Pubblicato in Esteri
Scritto da Antonio Bifano il Mercoledì, 11 Febbraio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
La Russia deve fermare l'escalation militare in Ucraina o i costi "aumenteranno". Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, spiegava nella tarda serata di martedì la Casa Bianca, ha chiamato il suo omologo russo Valdimir Putin invitandolo a cogliere l'occasione del negoziato che si presenta oggi a Minsk. E la Russia, nella notte, risponde: se gli states decideranno di armare l'esercito di Kiev "l'escalation" sarà inevitabile. Nella capitale ucraina, oltre a Putin e al padrone di casa Petro Poroshenko, sono attesi il presidenti francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Nella sua chiamata a Mosca, Obama ha discusso…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni