Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomiaVisualizza articoli per tag: zinno

NAPOLI –  “Vogliamo offrire la possibilità a tutti di accedere ai tanti benefici messi in campo dal Governo attraverso la Legge di Stabilità 2018 che spesso sono poco conosciuti da cittadini e imprenditori. Ci sono tante agevolazioni nazionali che si cumulano a quelle messe in campo anche dalla Regione che devono essere portate a conoscenza dei potenziali fruitori per incrementare l’occupazione. Il protocollo d’intesa siglato con i dottori commercialisti e gli esperti contabili consentirà di ‘fare rete’ per offrire in tempo reale la conoscenza di questi nuovi strumenti a tutti i beneficiari anche attraverso la realizzazione di tavoli tecnico-operativi sulle singole misure. Un’attività che vuole rappresentare un presidio di legalità contro tutti coloro che si improvvisano tecnici senza avere titoli e capacità”. Lo ha detto Roberto Bafundi, direttore coordinamento metropolitano dell’Inps di Napoli annunciando l'accordo di collaborazione per la gestione dei rapporti tra le sedi dell’Istituto previdenziale dell'area metropolitana di Napoli e gli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Napoli (Odcec Napoli, Napoli Nord, Nola e Torre Annunziata). Il documento mira, tra le altre cose, allo sviluppo di canali di comunicazione innovativi e sperimentali allo scopo di rendere più agevoli le relazioni tra gli Enti, con progressivo passaggio verso un sistema di customer care che veda l'esclusività della gestione per appuntamento dell'utenza specializzata, lo sviluppo della metodologia telematica, la regolarizzazione delle posizioni aziendali e la velocizzazione della valutazione e dell'istruttoria delle domande di ricorso agli ammortizzatori sociali. Gli enti hanno inoltre concordato la necessità di prevedere iniziative di formazione che consentano lo scambio reciproco di informazioni e conoscenza su prassi e procedure, oltre all'istituzione di un apposito tavolo tecnico.
“Le misure messe in campo sono tante – ha evidenziato Vincenzo Moretta, presidente dell’Odcec Napoli – I commercialisti vogliono accompagnare queste imprese a meglio interpretare le norme che portano agevolazioni, e il protocollo di intesa consente ai professionisti di frequentare ancora di più gli uffici Inps, incentivando così il contrasto all'abusivismo professionale”.
Per Antonio Alfè, presidente commissione Lavoro dell’ordine partenopeo, “il protocollo permette agli iscritti di tutta la provincia di Napoli di avere un accesso più agevole ai servizi da parte dell'Inps per risolvere le problematiche giornaliere”.
“La sinergia tra gli enti pubblici va a vantaggio degli imprenditori, aiuta nostra categoria e nostri iscritti”, ha sottolineato Antonio Tuccillo, presidente dell'Odcec Napoli Nord. “Un rapporto di questo tipo comporta importanti vantaggi per la categoria che può contare su regole sicure da seguire e certezze in una professione sempre più difficile da affrontare”.
In conclusione, per Fortuna Zinno, consigliere delegato dell’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, si tratta di “un risultato voluto fortemente dopo un anno di lavoro per mettere insieme quattro ordini della Campania ma soprattutto per rendere uniforme una prassi lavorativa che consentirà ai professionisti di accedere all'Inps con unico accordo. Questo è solo un primo passo verso coordinamento regionale”.
All'incontro hanno partecipato Domenico Ranieri, numero uno dell'Odcec di Nola; Giuseppe Crescitelli, presidente dell'Odcec di Torre Annunziata;  Filippo Bonanni, direttore Inps Napoli;  Rossella Pellegrino, direttore Inps area Nord – Vomero; Furio Voi, direttore Inps area Stabiese;  Benedetto Dito, direttore Inps area Flegrea; Concetta Riccio, consigliere delegato dell’Odcec Napoli; Annalisa Cerbone e Angela Labattaglia (commissione di studio lavoro e previdenza dell’Odcec di Napoli).

Pubblicato in Società
NAPOLI – “La crisi dell’ente locale e le procedure di risanamento”. Sarà questo il tema del seminario organizzato dall'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli in programma per mercoledì 12 luglio nella sede storica di Piazza dei Martiri. “Il forum ha la finalità di promuovere, nel generale contesto di difficoltà finanziaria degli enti locali, il dibattito sugli strumenti previsti dal nostro ordinamento per il risanamento dell’ente e sul ruolo del revisore in tale contesto. L’evento – ha sottolineato Vincenzo Moretta, numero uno dei commercialisti partenopei - si pone anche l’obiettivo di evidenziare gli indici rivelatori della crisi dell’ente locale, al fine di adottare adeguate misure correttive per realizzare un concreto risanamento finanziario.”. l dissesto degli enti locali è diventato un tema di grande attualità, anche in considerazione della grave crisi economica che ha travolto anche l’Italia”, ha evidenziato Mario Michelino, consigliere delegato dell'Odcec Napoli. “Nel corso dell’incontro verranno approfonditi le tematiche relative allo stato di dissesto e agli effetti che produce sugli enti e sulla cittadinanza”. Centrale è il ruolo del professionista-revisore – ha aggiunto Michelino - che dovrà assistere l’ente al fine conciliare le entrate con le uscite nel rispetto del principio dell’autonomia e di responsabilità di gestione”. Salvatore Varriale, presidente della Commissione di studio Enti Locali e promotore dell’evento, dal canto suo ritiene “fondamentale il ruolo del revisore per la salvaguardia degli effettivi equilibri di bilancio. I revisori rappresentano un baluardo di legalità ed un indiscusso valore per l’ente nella soluzione delle criticità che possono portare verso squilibri strutturali”. Parteciperanno ai lavori, introdotti dalla consigliera delegata Fortuna Zinno, il professor Federico Pica, docente di Scienza delle Finanze all'Università di Napoli "Federico II"; Salvatore Palma, ex assessore al bilancio del Comune di Napoli e consigliere d’amministrazione della cassa di previdenza dei dottori commercialisti; i commercialisti esperti di contabilità pubblica e servizi pubblici locali Rosario Poliso e Paolo Longoni (consigliere d’amministrazione della cassa ragionieri).
Pubblicato in Economia
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30