Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomiaPensioni, Anief: «Oggi a 1 lavoratore su 3 assegno sotto mille euro»

Pensioni, Anief: «Oggi a 1 lavoratore su 3 assegno sotto mille euro» In evidenza

Pubblicato in Economia
27 Ottobre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Oggi il 39,1% dei pensionati ha un reddito pensionistico sotto i mille euro al mese? Fra trent'anni saranno in queste condizioni tutti i lavoratori della scuola e gli impiegati del pubblico impiego, con l'aggravante che dal 2019 si dovra' lavorare fino a 67 anni e poi sempre dopo, fino a 70 anni suonati". A dichiararlo e' Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, commentando i dati nazionali emessi oggi dall'Osservatorio dell'Inps riferiti al 2016. Il sindacalista autonomo ha ricordato che rispetto a due lustri fa i lavoratori italiani devono fare i conti con una doppia penalizzazione, frutto delle ultime due riforme pensionistiche facenti capo agli allora ministri Amato e Fornero: "Con il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo - ha ricordato Pacifico - si sta gradualmente passando ad un'incidenza stipendiale sul quoziente previdenziale decisamente piu' sfavorevole ai dipendenti. Il processo, del resto, non e' nuovo visto che e' stato avviato a partire della fine degli anni 90, con il potere di acquisto delle pensioni che nel frattempo ha perso gia' il 33%". La "stretta" finale pero' e' soltanto agli inizi: "solo fino a pochi anni fa - continua Pacifico - gli insegnanti potevano mediamente contare su un assegno di quiescenza molto vicino all'ultimo stipendio. Mentre, i docenti assunti a partire dal 2015, con la Buona scuola, sono destinati a percepire un assegno mensile decurtato tra il 38% ed il 45% rispetto a chi ha lasciato il servizio sino a quell'anno. Questo significa che un docente che due anni fa oggi percepiva una pensione di 1.500 euro, dai nostri calcoli lascera' il servizio a 70 anni con 46 anni e mezzo di contributi versati, ma andra' a percepire una pensione collocata nella fascia 825 euro 930 euro".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni