Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomia

Imprese, +38mila tra aprile e giugno, miglior dato ultimi 4 anni

Pubblicato in Economia
Scritto da Antonio Marvasi il Venerdì, 24 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Barometro in lieve rialzo, all’anagrafe delle imprese italiane, nel secondo trimestre del 2015. Rispetto allo stesso periodo del 2014, tra aprile e giugno di quest’anno gli indicatori sulla vitalità del sistema imprenditoriale segnalano una lieve ripresa delle iscrizioni ed una ulteriore, seppur contenuta, contrazione delle cessazioni. Al bilancio anagrafico del trimestre si aggiunge poi una significativa frenata nell’apertura di fallimenti e concordati preventivi, consegnando un quadro complessivo moderatamente incoraggiante sullo stato di salute del sistema imprenditoriale nazionale. In termini numerici, il trimestre primaverile ha visto nascere 97.811 nuove attività e certificato la chiusura di 59.831 attività già esistenti, con il…

MISE: NESSUNA TASSA SUI CONDIZIONATORI DELLE ABITAZIONI

Pubblicato in Economia
Scritto da Elisa Angelini il Venerdì, 24 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Roma, 23 luglio 2013 - La maggior parte dei condizionatori non ha l'obbligo del libretto di impianto e manutenzione in quanto non supera la potenza di 12kW. E' quanto precisa il Ministero dello Sviluppo economico in merito a notizie pubblicate su organi di stampa. Il Dicastero comunica altresì che l'Italia ha introdotto, al fine di adeguarsi alle direttive europee, prescrizioni per il miglioramento dell'efficienza energetica nel condizionamento per tutelare l'ecosistema e favorire risparmio economico e competitività. Quanto a impianti di maggior potenza installati presso gli esercizi commerciali, occorre evidenziare che a fronte della spesa per la corretta manutenzione, vi sono…

Borsa Tokyo: chiusura in calo

Pubblicato in Economia
Scritto da Antonio Bifano il Venerdì, 24 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
La Borsa della capitale giapponese termina gli scambi in calo. A pesare le perdite di Wall Street e i dati deboli sulla produzione cinese di luglio. L'indice Nikkei a fine contrattazioni, nonostante uno yen in ribasso sul dollaro che favorisce i titoli legati all'export, segna una perdita dello 0,67% a 20.544 punti.

Commercio estero: istat, a giugno export extra UE +9,1% su anno

Pubblicato in Economia
Scritto da Francesco Maria Procopio il Venerdì, 24 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
A giugno 2015, rispetto al mese precedente, i flussi commerciali con i paesi extra-Ue mostrano dinamiche divergenti, con un calo delle esportazioni (-1,6%) e un aumento delle importazioni (+5,4%). Lo rende noto l'Istat. Il calo congiunturale delle esportazioni investe tutti i raggruppamenti principali di beni, a eccezione dell'energia (+12,3%). I beni di consumo durevoli (-5,3%) e i beni strumentali (-3,2%) presentano la flessione più marcata. Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato {akeebasubs *} La crescita congiunturale dell'import, estesa a…

Tasse: con il caldo arriva la tassa sul condizionatore

Pubblicato in Economia
Scritto da Elisa Angelini il Giovedì, 23 Luglio 2015
Vota questo articolo
(0 Voti)
Ebbene sì, sono arrivati a tassare anche l'aria... solo quella condizionata però. L'esigenza di introdurre tale tassa deriva dalla necessità per l'Italia di adeguare la propria legislazione a una direttiva europea. Una direttiva che ha il nobile scopo di tutelare l'ecosistema limitando l'immissione di anidride carbonica nell'atmosfera. Nulla in contrario, anzi ben vengano misure in tal senso, non si capisce però perché tutto questo debba ricadere sui cittadini, già vessati da una situazione di grave difficoltà economica. La direttiva in questione paragona i condizionatori agli impianti di riscaldamento, obbligando i proprietari a possedere un libretto di impianto, oltre a introdurre…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30