Cerca nel sito

Sei qui: HomeDal territorioNiente tagli al sociale, la Cgil Abruzzo avverte la Regione

Niente tagli al sociale, la Cgil Abruzzo avverte la Regione In evidenza

Pubblicato in Dal territorio
23 Dicembre 2016 di Maurizio Piccinino Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un calo di occupati pari a 13 mila unità, un aumento della povertà, con troppi giovani senza lavoro, famiglie che vivono nella indigenza e un numero crescente di anziani che non riescono nemmeno a pagarsi le medicine. Questo lo scenario negativo in cui si dibatte l'Abruzzo e su cui la Cgil sollecita un maggiore impegno delle istituzioni pubbliche. Entra nel vivo, con questi dati negativi,  il dibattito sull'approvazione della Legge di stabilità regionale per l'anno 2017 e la Cgil Abruzzo chiede al Consiglio Regionale che i tagli non vengano scaricati sulle fasce della popolazione più debole, al contrario chiede che la Regione si faccia promotrice di una iniziativa forte a sostegno dello stato sociale. "La Regione intervenga proprio a sostegno di questa dal momento che, come riportato dall'Istat nel recente rapporto sul benessere dei cittadini, l'Abruzzo già sconta forti difficoltà", sottolineano i vertici della Cgil regionale, "con un aumento della condizione di povertà e servizi offerti spesso carenti sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. Lo stesso profilo sociale redatto dalla Regione Abruzzo mostra gravi criticità e proprio da tale condizione di partenza si sviluppa il piano sociale regionale approvato solo qualche mese fa". La Cgil Abruzzo annuncia che non rimarrà a guardare se ci saranno tagli e riduzioni nei budget regionali tanto da annunciare una risposta dura. "Il sindacato non accetterà tagli al sociale ed ai servizi pubblici ed è pronta alla mobilitazione se la politica non saprà dare risposte adeguate. Il prossimo bilancio di previsione della Regione", conclude la Cgil, "rischia di rendere vani gli sforzi di migliorare la condizione sociale dei cittadini abruzzesi".

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Edizione Cartacea

laDiscussione - Edizione Cartacea

Per avere accesso alla versione in PDF dell'edizione cartecea de laDiscussione, è necessario possedere un abbonamento in corso di validità




X

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni