Cerca nel sito

 

Sei qui: HomeDal territorio
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Ci risiamo, mentre il governo regionale tra burocrazia e finanziamenti che non arrivano, continua a risparmiare, la Sicilia brucia". Lo afferma Giuseppe Messina, responsabile regionale Ugl Sicilia, che aggiunge: "Da quanto abbiamo appreso, le perizie sono state approvate con ritardo dall'Azienda Foreste demaniali e questo ha comportato l'avvio, da circa 20 giorni soltanto, dei 151sti che in tutta la Sicilia sono oltre 4200 e di una parte dei 101sti che complessivamente nell'isola sono circa 3900, mentre restano ancora al palo gli 8000 settantottisti, con conseguente ritardo nelle operazioni di prevenzione antincendio. Si risparmia su tutto, questa non e' la Sicilia…

Bologna: Sequestrate 40 tonnellate di prociutto crudo

Pubblicato in Dal territorio
Scritto da Ettore Di Bartolomeo il Mercoledì, 08 Giugno 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
I Carabinieri del N.A.S. di Bologna, hanno ispezionato diverse aziende Nelle province di Bologna, Modena e Parma riscontrando irregolarità sia di natura amministrativa che penali. In particolare, l'amministratore delegato di una azienda operante nel settore della produzione, lavorazione e commercializzazione di prosciutti nella provincia di Parma, è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria poiché ritenuto responsabile dei reati di "frode in Commercio", "vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine" e "detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione"{akeebasubs !*}Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home…

Presentato a Palermo manifesto contro turismo sessuale

Pubblicato in Dal territorio
Scritto da Pieremilio Sammarco il Mercoledì, 08 Giugno 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Quello di oggi è un primo passo importantissimo per attivare azioni concrete che possano indicare proposte per fermare la piaga del turismo sessuale. È importante che questo manifesto parta proprio da Palermo, perchè occorre lanciare un messaggio forte e chiaro per denunciare questo fenomeno e far cadere, cosi', quel muro di silenzio, che di fatto lo legittima".Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato {akeebasubs *} È quanto ha dichiarato la consigliera comunale di Palermo, Rita Vinci, nel corso di una…

Legalità: FAI antiracket Catania attiva numero telefonico per denunce

Pubblicato in Dal territorio
Scritto da Ettore Di Bartolomeo il Lunedì, 06 Giugno 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fai Antiracket Catania ha attivato un numero di telefono (334 7427786) dedicato agli imprenditori che vogliono segnalare o denunciare, anche in maniera anonima, i casi di cui sono vittime. "La nostra associazione in primo luogo fornisce ascolto - spiega il presidente della sezione catanese, Walter Ansorge -, questo consente all'imprenditore di condividere timori e preoccupazioni con persone che comprendono i suoi stati d'animo. Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato {akeebasubs *} Spesso liberarsi di questo 'peso' - continua -…
Vota questo articolo
(0 Voti)
NAPOLI – “Il ruolo dei commercialisti per il futuro di Napoli è fondamentale per quanto riguarda bilanci, revisione dei conti e progettualità. Si tratta di una categoria professionale da tenere vicina all’amministrazione comunale per concepire una città moderna, accogliente ed europea. Ci sono tante cose da fare, occorre inserire quel meccanismo di sviluppo che parta dal basso: penso a Bagnoli e Napoli Est. E poi portare avanti il piano casa, che ho presentato ai commercialisti napoletani affinché lo conoscano nei dettagli e possano essere parte integrante e determinante per lo sviluppo della nostra città”. Lo ha detto Gianni Lettieri, candidato…
La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30