Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaI tesori della Fondazione Cerratelli in una mostra alla Cattolica di Milano

I tesori della Fondazione Cerratelli in una mostra alla Cattolica di Milano

Pubblicato in Cultura
30 Agosto 2017 di Antonella Colaninno Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
In occasione del quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare, saranno esposti nelle sale dell'Università Cattolica di Milano i costumi di scena creati da Danilo Donati per il Romeo e Giulietta e la Bisbetica domata, i capolavori cinematografici del regista Franco Zeffirelli. Dal 27 settembre al 7 ottobre, grazie alla mostra Shakespeare e i costumi di scena di Zeffirelli. Figure letterarie, mestieri e terminologie, sarà possibile ammirare 25 capi di alta sartoria, tutti prestati dalla Fondazione Cerratelli, la casa d'Arte nata a Firenze nel 1914. Broccati, velluti, ricami, pizzi impreziosiscono i vestiti indossati nel 1968 dall'attrice Olivia Hussey, la bella e giovane Giulietta, e da Elisabeth Taylor, interprete, nel 1967, della Bisbetica domata, che in molti ricorderanno anche per le sue scollature generose. La mostra, che si accompagna, inoltre, a laboratori formativi di sartoria e a tavole rotonde, offre un'opportunità per far conoscere la moda teatrale e la sua tradizione sartoriale, con il suo lessico antico vario e articolato, un patrimonio culturale da salvaguardare per il suo attento lavoro di ricerca storico artistica e filologica. Alcuni abiti ripropongono, infatti, in copia fedele, quelli indossati dai personaggi nei capolavori di pittura antica: per Giulietta, ad esempio, Donati, si ispirò ai dipinti del Pisanello, oltre che a Jacopo della Quercia. Per i costumi di scena di Romeo e Giulietta, Donati, infatti, nel 1969 fu premiato con l'Oscar.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30