Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaLiguria: asili nido, stanziati 5 mln voucher famiglie a basso reddito

Liguria: asili nido, stanziati 5 mln voucher famiglie a basso reddito In evidenza

Pubblicato in Cultura
11 Marzo 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Regione Liguria, su proposta degli assessori alla Sanita' e Politiche sociali Sonia Viale e alle Pari opportunita' e alla Formazione Ilaria Cavo, ha stanziato 5 milioni di euro del Por-Fse 2014-2020 per l'erogazione di voucher per gli asili nido per abbattere i costi dell'iscrizione alle strutture sia pubbliche che private convenzionate: una misura di forte impatto che ha lo scopo di supportare sia le mamme lavoratrici o attive nella ricerca di lavoro, sia i nuclei familiari in disagio economico. Potranno infatti usufruire dei voucher: le donne lavoratrici o impegnate in percorsi di politica attiva del lavoro (inclusi corsi di formazione professionale, tirocini e work experience) con Isee non superiore a 50mila euro; i nuclei familiari (non solo mamme ma famiglie in situazione di disagio economico) con Isee non superiore a 20mila euro. L'importo del voucher - sia per la misura diretta alle neo mamme, sia per la misura diretta ai nuclei familiari - e' di 200 euro al mese per chi ha un Isee sotto i 10mila euro, 100 euro al mese per chi supera la soglia dei diecimila euro. La somma massima annuale che puo' essere erogata e' di 2mila euro (pari a 200 euro per 10 mesi di frequenza) per le famiglie con un Isee inferiore ai 10mila euro, di mille euro per quelle che superano questa cifra (pari a 100 euro al mese per 10 mesi). In nessun caso il contributo potra' superare la spesa sostenuta (l'importo del voucher eventualmente eccedente il costo reale verra' rimesso a disposizione delle graduatorie).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30