Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaScuola, Anief: «A Trento prove generali contratto vergogna»

Scuola, Anief: «A Trento prove generali contratto vergogna» In evidenza

Pubblicato in Cultura
05 Febbraio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Sono sempre piu' scure le nubi che si addensano sul nuovo contratto della Scuola. A Trento si vuole infatti sperimentare e anticipare il nuovo modello organizzativo-compensativo che il Governo intende inserire nel rinnovo nazionale: puo' ore di lavoro obbligatorie per i docenti, senza alcun nuovo riconoscimento economico; aggiunta di ore di aggiornamento a costo zero; meno poteri al Collegio dei Docenti". Lo afferma l'Anief in una nota. "Quella che si vuole introdurre in Trentino, molto vicina alla proposta che l'Aran ha presentato ai sindacati rappresentativi per il contratto di categoria di quasi un milione e 200mila lavoratori della scuola, e' una vera polpetta avvelenata", spiega il sindacato. "Come se la logica del mercato possa supplire alla qualita' del servizio - si dice contrariato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal -: la verita' e' che non si puo' utilizzare lo stesso personale per svolgere ulteriori funzioni. Invece di assumere altre professionalita', che ogni giorno operano nelle scuole come precari e gia' selezionate, si continua a tartassare quelle gia' in essere. Alle quali prima si dice che non ci sono soldi e poi si rifilano compiti obbligatori a costo zero".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30